Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Atti delle Commissioni > IV Commissione - Verbale
Contenuti della pagina

IV Commissione - Verbale

Seduta del 13-03-2012 ore 10:00

 

Consiglieri componenti la Commissione: Maurizio Baratello, Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Renato Boraso, Giuseppe Caccia, Cesare Campa, Antonio Cavaliere, Saverio Centenaro, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Marco Gavagnin, Luigi Giordani, Giovanni Giusto, Giacomo Guzzo, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Carlo Pagan, Luca Rizzi, Emanuele Rosteghin, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Simone Venturini, Alessandro Vianello, Marco Zuanich

 

Consiglieri presenti: Maurizio Baratello, Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Giuseppe Caccia, Cesare Campa, Saverio Centenaro, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Marco Gavagnin, Luigi Giordani, Giovanni Giusto, Giacomo Guzzo, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Carlo Pagan, Emanuele Rosteghin, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Simone Venturini, Alessandro Vianello, Marco Zuanich, Gabriele Bazzaro (sostituisce Renato Boraso), Camilla Seibezzi (sostituisce Antonio Cavaliere)

 

Altri presenti: Assessore Alessandro Maggioni, Il Dirigente Roberto Benvenuti, Il Resp. di Serv. Marco Buranelli, il Resp. di Serv. Francesca Pinto.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 752 (nr. prot. 92) con oggetto "A quando lĺinizio lavori del Palazzetto dello sport di Portosecco a Pellestrina?", inviata da Alessandro Scarpa
  2. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 967 (nr. prot. 3) con oggetto "stabile in area ex Cnomv alla Giudecca.", inviata da Luigi Giordani
  3. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1018 (nr. prot. 13) con oggetto "Ponte S. Cosmo Giudecca - eliminazione barriere", inviata da Luigi Giordani

Verbale

Alle ore 10.20 il Presidente L. Giordani constata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta passando alla trattazione del secondo punto dell’o.d.g., in attesa dell’arrivo del tecnico competente per materia.

MAGGIONI interviene, ritenendo di poter relazionare nel frattempo, in risposta all’interpellanza del Consigliere A. Scarpa.
Pertanto specifica che, fermo restando gli eventi intercorsi dopo il primo evento atmosferico, l’intervento è stato fatto sulla parte scoperchiata con una tecnica costruttiva diversa rispetto all’originale.
I successivi eventi sono avvenuti sulla parte di copertura non rifatta e ne consegue che la parte originariamente riparata è rimasta sostanzialmente intatta.

Alle ore 10.25 esce il Consigliere Toso

Ad oggi non sono ancora pervenuti i fondi previsti per il successivo intervento di riparazione. Quindi l’Amministrazione si è già messa in prima linea per porre rimedio al problema che comunque trova forte limitazione, come detto, dal punto di vista della copertura finanziaria.
I lavori comunque inizieranno lunedì prossimo e tra gli stessi ci sarà la sistemazione di qualche spazio esterno.
Il termine è invece previsto per luglio 2012 al quale seguirà una successiva verifica degli impianti.
Tra le eventuali sistemazioni vi saranno ad esempio la sistemazioni delle pareti di cartongesso eventualmente danneggiate dall’acqua.
Si è condivisa l’opportunità che la soc. sportiva possa utilizzare gli spazi esistenti. Inoltre alla fine dell’estate con i soldi previsti dalle manutenzioni, si provvederà ad alcune opere di sistemazione esterna, tra cui ad esempio il manto erboso.

A. SCARPA dichiara di essere soddisfatto per quanto esposto dall’Assessore.
Aggiunge che l’interpellanza risale al 10/08/2011 e che rispetto a quanto detto, chiede controlli sull’attività delle ditte e garanzie per quanto sarà da loro realizzato.
Inoltre chiede quale sia l’importo dell’assicurazione e come sia suddiviso.
Non manca di evidenziare la necessità di sentire il Sindaco per chiedere di essere presenti all’incontro con Gabrielli; incontro che avrebbe la finalità di recepire risorse finanziarie anche da privati.

CAMPA interviene sostenendo in realtà la sua insoddisfazione alla risposta data dall’Assessore. Sostiene infatti che i lavori andavano ripresi su tutto il tetto affermando che ci dovrebbe essere altresì un monitoraggio continuo.
Inoltre ritiene che bisognerebbe capire perché mancano i soldi. Quindi chiede se è la “macchina comunale” che non fa “pressing” o i parlamentari.
Ritiene che il Consigliere Scarpa non dovrebbe essere in realtà soddisfatto della risposta, proprio perché si dovrebbe indagare sul perché succedano queste cose.
Infine chiede quanti dipendenti abbia l’Assessore in Segreteria.

MAGGIONI risponde a quest’ultima domanda precisando di averne tre.

ZUANICH vuole sapere a che punto sia, e quale sarà la maniera in cui verrà messa in sistemazione la sede della Protezione Civile.

Alle ore 10.35 esce il consigliere Campa

MAGGIONI afferma che le preoccupazioni del Consigliere Scarpa, circa l’affidabilità delle imprese, sono anche le sue. La situazione dell’edilizia infatti è oggi molto tragica ed è proprio per questo non è possibile dare delle garanzie.
In risposta a quanto chiesto dal Consigliere Campa, l’Assessore dichiara che dopo l’evento atmosferico è stato per quattro giorni a Pellestrina per verificarne la situazione, accompagnato dai tecnici ed affrontando tutte le criticità con i cittadini presenti.
Per quanto riguarda gli interventi sul tetto, afferma che non era opportuno effettuare lavori sulla parte di tetto che in realtà era stata risparmiata dal danno.
In riferimento alla richiesta fatta dal Consigliere Zuanich, la sede della Protezione Civile purtroppo prevede un finanziamento che ad oggi non è ancora prevenuto.
Per quanto concerne l’incontro con Gabrielli l’importante sarà che si chieda un sollecito sia per la parte pubblica sia per quella privata.

A. SCARPA dichiara di essere soddisfatto in particolare per il fatto che i lavori inizieranno a breve. Inoltre chiede qualche dettaglio dal tecnico presente in Commissione.

BURANELLI Marco, Resp. Serv. dell’Edilizia Sportiva, fa riferimento tra i dati ad un verbale di somma urgenza di trentacinquemila euro per quel che riguarda nello specifico, le attività di pulizia etc…
Inoltre si richiama ad un preventivo dell’intervento di 160.000 euro o.f.e., in gara ed aggiudicato per 110.000 euro o.f.e.
Per quanto concerne il rib. d’asta, si specifica che sarà riutilizzato per le successive opere. Si consideri infatti che non è stato ancora preventivato niente per le eventuali opere impiantistiche.

Alle ore 10.45 rientra il Consigliere Campa

ZUANICH ringrazia l’Assessore per l’informazione data.

IL PRESIDENTE, esaurito il punto all’o.d.g., passa alla discussione della seconda interpellanza nr.967, da lui stesso presentata e ne da la parola all’Assessore.

MAGGIONI si richiama alla prima ipotesi relativa al restauro per l’uso poi da parte dell’Arma dei Carabinieri, ipotesi però che poi è tramontata.
In riferimento all’intervento si è in attesa di ricevere dal Patrimonio indicazioni di quale sarà la destinazione dell’edificio. Si rileva altresì la mancanza dei fondi finanziari.
Pertanto si è in attesa che i lavori partano.

GIORDANI dichiara che sembra giusto evidenziare questa situazione anche perché è evidente la situazione di degrado.
L’invito pertanto del Consigliere è quello di mettere a bilancio 2012 i fondi necessari per l’intervento e sapere cosa si vuole fare di tale immobile.

CAMPA afferma che l’Assessore ha risposto in maniera parziale. In questo caso ritiene che dovrebbe rispondere nel complessivo della questione, visto che comunque rappresenta l’Amministrazione.
L’immobile è di 1800 mq ed è un evidente interesse patrimoniale. Chiede quindi se non si sia mai pensato di coinvolgere qualche associazione o privato.

MAGGIONI condivide quello che ha detto il Presidente Giordani, ed evidenzia che il problema non è dei LL.PP. bensì del Patrimonio per la questione della destinazione dell’edificio.
Ritiene che questa interpellanza doveva andare solo al Patrimonio.
In risposta a Campa afferma che la sua è parziale ma di certo per quanto di competenza.

GIORDANI afferma di essere soddisfatto per quanto detto dall’Assesssore e passa alla discussione della successiva interpellanza di cui al terzo punto dell’o.d.g. .

MAGGIONI sostiene che il dibattito qualora tocchi l’argomento rampe di accesso, è sempre costruttivo.

Alle ore 11.00 esce il Consigliere Vianello

Ci sono però diverse difficoltà che riguardano la sfera economica, regolamentare e degli spazi esistenti.
Il sopralluogo risale al 2010 ed è prevista una rampa per l’accessibilità.
Le situazioni economiche attuali non permettono che la rampa sia realizzata a breve.
Due sono le possibilità ove la prima concerne l’arrivo dei finanziamenti il tutto ovviamente vincolato ai tempi del bilancio.
Il secondo aspetto riguarda l’individuazioni di soluzioni idonee, da parte dei tecnici, per le quali si possano prospettare soluzioni anche provvisorie.
Si ricorda infatti che le soluzioni provvisorie sono certamente brutte da vedere ma sono utilissime per la cittadinanza.

SCARPA R. sostiene che è evidente come la penuria di risorse non consenta particolari prospettive.
Ritiene corretto l’intervento del Consigliere Giordani, visto anche che si tratta di un’insula con evidenti difficoltà di accesso.
Comunque richiama alla necessità di un intervento stabile e risolutivo fermo restando che nel frattempo va bene anche la soluzione provvisoria.

PINTO Francesca, Resp. Serv. del settore Viabilità e Opere di Urbanizzazione, precisa che ci sono dei fondi che comunque a bilancio vengono stanziati per gli interventi sulle barriere architettoniche.
Aggiunge che al caso di specie ci dovrà essere una valutazione della Soprintendenza.

MAGGIONI richiama i presenti che se si ritenesse importante e prioritario tale intervento, farà presente affinché si trovi disponibilità finanziaria.

TAGLIAPIETRA afferma che anche il peba Burano è stato approvato nel 2011 ed è stato anche approvato il progetto definitivo per il terzo ponte, ma ad oggi non si è visto nulla.

PINTO specifica che il progetto è diventato esecutivo ed entro l’anno inizieranno i lavori.

LASTRUCCI relativamente ad un incrocio su Via Carossa rileva come ogni giorno vi sia rischio incidenti.

MAGGIONI esclude ogni sua competenza in merito e ne richiama l’individuazione nella figura dell’Assessore Bergamo.

SCARPA R. chiede se sia possibile avviare una progettazione di un ponte nuovo e diverso, magari in ferro.

MAGGIONI ammette che la cosa richiederebbe una evidente riflessione.

BONZIO conferma che conosce la zona e le sue difficoltà di accesso. Ne descrive la situazione rimandando come soluzione la via tramite l’altro ponte esistente nell’insula.

Il PRESIDENTE per quanto sollevato e risposto, ritenendosi soddisfatto, auspica affinché a breve vi sia un intervento risolutivo.
Alle ore 11.12 esaurito anche l’ultimo punto dell’o.d.g. dichiara conclusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 27-03-2012 ore 09:55
Ultima modifica 27-03-2012 ore 09:55
Stampa