Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Atti delle Commissioni > IV Commissione - Verbale
Contenuti della pagina

IV Commissione - Verbale

Seduta del 12-03-2013 ore 12:00

 

Consiglieri componenti la Commissione: Maurizio Baratello, Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Renato Boraso, Cesare Campa, Antonio Cavaliere, Saverio Centenaro, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Luigi Giordani, Giovanni Giusto, Giacomo Guzzo, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Carlo Pagan, Gian Luigi Placella, Luca Rizzi, Emanuele Rosteghin, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Simone Venturini, Alessandro Vianello, Marco Zuanich

 

Consiglieri presenti: Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Cesare Campa, Antonio Cavaliere, Saverio Centenaro, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Luigi Giordani, Giacomo Guzzo, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Carlo Pagan, Gian Luigi Placella, Luca Rizzi, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Simone Venturini, Alessandro Vianello, Marco Zuanich, Andrea Renesto (sostituisce Renato Boraso), Gianluca Trabucco (sostituisce Emanuele Rosteghin).

 

Altri presenti: Assessore Ugo Bergamo, Presidente ASCOM Venezia Roberto Magliocco, Elio Dazzo Presidente AEPE, Ing. Gianluca Cuzzolin ACTV, sig. Zane Luigino, sig. Vianello Stefano, Regazzo Matteo consigliere MunicipalitÓ di Burano e Murano.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Audizione dei rappresentanti ASCOM, sulla linea di collegamento ACTV con l'Isola di Torcello.
  2. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1634 (nr. prot. 6) con oggetto "Basta disagi sulla linea 11 Actv Lido - Pellestrina", inviata da Alessandro Scarpa
  3. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1694 (nr. prot. 27) con oggetto "Concorso Pubblico per il rilascio di n░ 8 licenze per lĺesercizio del servizio pubblico di Gondola, ai sensi del Regolamento comunale per lĺattuazione alla L.R. 63/1993. Rilascio Licenze.", inviata da Renzo Scarpa

Verbale

Alle ore 12.35 il presidente Giordani, constatata la presenza del numero legale dichiara aperta la riunione e comunica ai commissari che l’assessore arriverà leggermente in ritardo ed alle ore 12.36 sospende momentaneamente la seduta in attesa dell’arrivo dell’assessore Bergamo. I commissari presenti sono i seguenti: Sebastiano Bonzio, Cesare Campa, Antonio Cavaliere, Saverio Centenaro, Sebastiano Costalonga, Luigi Giordani, Giacomo Guzzo, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Carlo Pagan, Luca Rizzi, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Alessandro Vianello, Gianluca Trabucco .

 


Alle ore 12.40 escono i consiglieri Costalonga, Vianello, A. Scarpa e Rizzi.

GIORDANI, preso atto della presenza del numero legale, alle ore 12.45 riapre la seduta e propone l’inversione della trattazione dei punti all’ordine del giorno invitando a discutere l’interpellanza nr. d'ordine 1694 inviata dal consigliere Renzo Scarpa. La commissione approva.

 

Alle ore 12.45 entrano i consiglieri A.Scarpa, Conte e Belcaro.

SCARPA R. illustra il contenuto dell’interpellanza precisando che 12 mesi dopo la pubblicazione del bando e 16 trascorsi tra il primo atto e la conclusione dell’iter sono troppi viste le esigenze della città. Chiede se non ritenga di modificare l’ietre per tutelare gli interessi dei cittadini.

 

Alle ore 12.47 entrano i consiglieri Belcaro e Conte.

SARTORI spiega che dal febbraio 2012 l’ufficio ha attivata la procedura, quanto chiesto rappresenta la raccolta ed organizzazione di molti dati contenuti in pratiche delicate. Elenca quindi le varie scadenze compresi i controlli e verifiche e le richieste di chiarimenti pervenute all’ufficio.

GIORDANI domanda ai commissari se vogliono intervenire sull’argomento.

R. SCARPA prende atto che il dirigente ha illustrato le fasi di quanto avvenuto; comunque i ritardi ci sono anche in altre direzioni dell’Amministrazione comunale ma afferma che dal momento della pubblicazione dell’elenco dei partecipanti, le comunicazioni ai destinatari sono avvenute dopo 30 giorni; si dichiara soddisfatto solo della risposta sulla parte tecnica.


Alle ore 12.55 entrano i consiglieri Zuanich, Placella, Venturini, Cavaliere e Lastrucci.

GIORDANI dichiara chiuso il dibattito sull’interpellanza e legge la richiesta presentata dagli operatori di Torcello ed annuncia la presenza dei signori Magliocco e Pancin ed invita il primo, che rappresenta l’Ascom, ad illustrare la questione.

MAGLIOCCO sostiene che la limitazione della linea Actv con la sostituzione di una navetta gestita da Alilaguna ha provocato un fatto negativo per gli operatori dell’isola. Chiede che il Consiglio comunale affronti la questione che comporta, se non modificata, la chiusura delle attività.

BERGAMO premette che sono già avvenuti degli incontri tra le istituzioni e le categorie; la crisi è stata presa in esame ed Actv non avendo problemi a sopportare ulteriori costi potrebbe modificare le scelte ma si rende necessario un atto di indirizzo del Comune.

DAZZO concorda con quanto esposto da Magliocco e legge una comunicazione che evidenzia il problema e propone delle soluzioni e prende atto della possibilità di ripristinare la situazione presente nel 2002.


Alle ore 13.15 entrano i consiglieri Venturini e Renesto.

CUZZOLIN spiega come si potrà inserire la fermata di Torcello nell’attuale linea di navigazione.

ZANE concorda sulla soluzione prospettata che non prevede l’uso di motonavi; chiede l’istituzione di una fermata nuova; il motoscafo, a suo parere, è inadeguato al trasporto per gli invalidi e per chi fa la spesa; a Torcello mancano i servizi igienici e questa situazione comporta una situazione di ulteriore lontananza dell’isola dal resto del territorio; ingine si augura che vengano intraprese delle iniziative che permettano di far rivivere Torcello permettendo anche ai cittadini di risiederci.

 

Alle ore 13.20 esce il consigliere Conte.

VIANELLO STEFANO esprime l’enorme disagio che sta vivendo l’isola, i disagi dovrebbero essere ridotti all’osso poiché anche le barche da escursione fanno soste brevi e non influiscono sulle attività dell’isola, precisa che il 2013 è iniziato nel peggiore dei modi per le attvità economiche presenti nell’isola.

TAGLIAPIETRA dichiara che il circolo del Partito democratico ha inviato una lettera alla commissione ed all’assessore sulla questione; comprende il problema esposto dagli operatori economici; si avanza la proposta che da Novembre a Marzo sia messo a disposizione un mezzo Actv che sarà gestito da una società privata per l’attivazione della tratta e rendere pubblica questa possibilità a chi arriva a Burano; non si può pretendere che la prima fermata della linea sia a Torcello ma è giusto cercare una mediazione dato che anche a Burano la crisi si fa sentire tra gli operatori economici.

 

Alle ore 12.25 escono i consiglieri Seibezzi e Renesto.

R. SCARPA annuncia la sua disponibilità a trovare una soluzione proponendo che qualsiasi natante arrivi a Burano colleghi anche Torcello e prende atto di quanto affermato dall’assessore che non ci sono problemi economici o tecnici per attuarla e domanda perché il Consiglio comunale dovrebbe intervenire sulla fattibilità; è opportuno comunque che vengano presentati gli eventuali costi aggiuntivi dell’operazione, si deve capire quando si è sbagliato apportanto le modifiche del servizio di collegamento.

 

Alle ore 13.30 esce il consigliere Belcaro.

SCARPA A. esprime il suo sostegno ai cittadini e si augura il ripristino dei vaporetti. La risposta del consigliere Tagliapietra ha chiarito la sua posizione.


Alle ore 13.35 entra il consigliere Renesto.

TOSO chiede chiarimenti sugli eventuali costi aggiuntivi.

BERGAMO ribatte che la variazione delle tratte è intervenuta nel 2003 ma non ne conosce le motivazioni e oggi ACTV può ripristinare le vecchie tratte senza costi ulteriori.

Toso prende atto della risposta dell’assessore e lo invita a dare disposizioni ad ACTV per ripristinare i percorsi.

 

Alle ore 13.45 esce il consigliere Lastrucci.

GUZZO invita l’Amministrazione a ripristinare la vecchia tratta anche per dare supporto alle attività economiche che soffrono per la crisi in atto e ritiene che compito del Comune sia di favorire anche i percorsi turistici che portano alle isole e non solo a Torcello.

CAMPA evidenzia come gli operatori economici stanno segnalando una difficoltà che come amministrazione bisogna affrontare e considera giusto ripristinare il servizio considerando che non ci sono variazione dei costi di gestione; Torcello richiama turisti più di Burano e le difficoltà descritte dal consigliere Tagliapietra non sono ben motivate.

BONZIO afferma che la politica dovrebbe avere una visione di lungo periodo; ritiene che i subaffidi dei servizi Actv facciano aumentare i costi e peggiorare il servizio erogato. Sostiene che il servizio pubblico di trasporto di persone dovrebbe essere maggiormente supportato e non condivide quanto espresso dal consigliere Tagliapietra.

 

Alle ore 13.50 esce il consigliere Campa.

TRABUCCO dichiara che non è vero che dove ci sono più abitanti ci debbano essere più diritti e quindi il ripristino della linea va fatto al più presto e senza indugi, bisogna garantire i servizi anche per pochi cittadini ed i tecnici devono predisporre le soluzioni meno onerose per la collettività..

REGAZZO MATTEO prende atto che molti consiglieri non conoscevano la situazione e trova gravissimo che l’assessore e l’Actv non abbiano messo in atto nulla per modificarla. La proposta della municipalità era quello di modificare il mezzo inadeguato che percorreva la linea; bisogna andare incontro alle esigenze sia di Torcello che di Burano; fa presente che non esiste una linea diretta da S: Marco che arriva a Torcello.

 

Alle ore 14.03 esce la consigliera Lavini ed entra il consigliere Conte.

PLACELLA condivide l’intervento del consigliere Ragazzo, bisogna considerare la differenza tra un servizio erogato per i residenti ed uno erogato per i turisti; forse bisognerebbe ipotizzare delle linee dedicate alle varie utenze; incorporare Alilaguna potrebbe far recuperare ad Actv delle risorse.


Alle ore 14.05 esce il consigliere Toso.

R.SCARPA suggerisce di sperimentare una soluzione con l’accordo degli operatori e dopo fare una verifica dei costi e dei benefici.

VIERO condivide la possibilità di soluzione proposta da Actv; rimarca il fatto che esistono dei problemi nei collegamenti tra e per Torcello e Burano e a suo parere trova doveroso garantire prima i trasporti per i cittadini residenti.

BERGAMO ricorda ai commissari che esiste un obbligo di legge per sub affidare almeno il5 % dei servizi a terzi; il motivo è quello di favorire la concorrenza. Nel 2013 si chiarirà la situazione e comunque il servizio nuovo, dal 2002 ha maturato risparmi? Le proposte fatte potrebbero essere sufficienti, ma il Consiglio comunale deve decidere sulla questione in discussione per permettere all’assessore di dare le giuste indicazioni ad Actv.

CUZZOLIN spiega che dal 1 Aprile a fine Novembre la corsa con la navetta viene effettuata con un battello da 300 posti; la navetta più capiente è stata messa in linea nei periodi di frequentazione turistica. La frequenza dipenda anche dal numero di persone che usano il mezzo. Afferma che i tempi per presentare ed attuare la modifica della linea sono di due settimane.

BERGAMO precisa che le modifiche delle linee in altri casi erano dovute a motivi di bilancio ma in questo caso si tratta di prendere una decisione politica ed è per questo che è opportuno che sia il Consiglio comunale a prendere una decisone.

R. SCARPA dichiara che la proposta debba essere chiarita; la commissione chiede che venga presentata un’ipotesi di soluzione da discutere prima di prendere una decisione.

VIANELLO STEFANO replica che la richiesta degli operatori è precisa e cioè quella di ripristinare la vecchia corsa anche perché non costa nulla e ricorda che spesso i dipendenti Actv non sanno dove sono gli imbarcaderi e di notte spesso saltano l’approdo.

GIORDANI impegna la commissione a verificare la proposta che Actv presenterà.

TAGLIAPIETRA invita il presidente a promuovere un incontro della commissione anche con gli operatori economici di Burano per conoscere anche il loro parere e le loro difficoltà.

GIORDANI dichiara chiuso il dibattito sul punto all’ordine del giorno ed invita il consigliere Scarpa Alessandro ad illustrare l’argomento dell’interpellanza presentata.

SCARPA A. illustra l’argomento e fa la richiesta di ritornare alla situazione antecedente il 2012. Chiede che vengano tolte le tre fermate degli Alberoni, quella di Via Alvisopoli e quella del Miramare del Lido, perché si tratta di una linea già disagiata per i motivi che sono già stati descritti nell’interpellanza.


Alle ore 14.30 escono i consiglieri Tagliapietra e Trabucco entrano i consiglieri Conte e Pagan.

BERGAMO spiega che le modifiche sono state apportate per migliorare il servizio; nel periodo estivo non si può penalizzare l’utenza della linea 11; ritornare ad usare l’autobus doppio è inutile. La fermata festiva prevista all’altezza dello stabilimento balneare Miramare non ha portato risultati, ma è l’unica linea autobus che passa per il lungomare.

SCARPA A. dichiara la propria soddisfazione per le risposte ricevute.

Alle ore 14.35, il Presidente Giordani, esaurito l’ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 10-04-2013 ore 14:12
Ultima modifica 10-04-2013 ore 14:12
Stampa