Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Atti delle Commissioni > X Commissione - Verbale
Contenuti della pagina

X Commissione - Verbale

Seduta del 25-10-2012 ore 09:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Maurizio Baratello, Gabriele Bazzaro, Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Giampietro Capogrosso, Antonio Cavaliere, Bruno Centanini, Saverio Centenaro, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Marco Gavagnin, Giovanni Giusto, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Carlo Pagan, Andrea Renesto, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Giuseppe Toso, Gianluca Trabucco, Simone Venturini, Stefano Zecchi, Marco Zuanich, Michele Zuin

 

Consiglieri presenti: Gabriele Bazzaro, Pierantonio Belcaro, Giampietro Capogrosso, Antonio Cavaliere, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Giovanni Giusto, Bruno Lazzaro, Carlo Pagan, Andrea Renesto, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Giuseppe Toso, Marco Zuanich, Luigi Giordani (sostituisce Bruno Centanini), Luca Rizzi (sostituisce Michele Zuin)

 

Altri presenti: Assessore Gianfranco Bettin, Consigliere comunale Alessandro Scarpa , Consigliere comunale Davide Tagliapietra, Consigliere comunale Gabriele Scaramuzza, Consigliere comunale Giacomo Guzzo, Consigliere comunale Pierantonio Belcaro, Consigliere comunale Andrea Renesto

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Trattazione dell'interrogazione nr. d'ordine 1169 (nr. prot. 108) con oggetto ""Masegni" nell'area verde di Mazzorbo", inviata da Davide Tagliapietra
  2. Trattazione dell'interrogazione nr. d'ordine 1301 (nr. prot. 167) con oggetto "Agenzia Veneziana per l'Energia.", inviata da Giacomo Guzzo
  3. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1327 (nr. prot. 116) con oggetto "Mancata manutenzione dellĺarea verde tra Via San DonÓ e Via Monte Cervino: che cosa si vuole fare?", inviata da Pierantonio Belcaro
  4. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1185 (nr. prot. 64) con oggetto "Spiaggia di Pellestrina", inviata da Alessandro Scarpa
  5. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 864 (nr. prot. 122) con oggetto " Realizzazione di un disco bar ľ ristorante allĺinterno del parco A. Albanese.", inviata da Andrea Renesto

Verbale

Alle ore 9.40 il Presidente Pagan constatata la presenza del numero legale dichiara aperta la seduta passando alla trattazione dell’interpellanza presentata dai Consiglieri Belcaro e Scaramuzza di cui al terzo punto dell’o.d.g. la Commissione acconsente ed il Presidente concede la parola all’Assessore per la lettura dell’interpellanza.
A lettura effettuata il Presidente concede la parola all’interpellante per un breve illustrazione.

BELCARO illustra che l’area è stata oggetto di un recente intervento alla viabilità. Riferisce che il progetto iniziale è stato modificato e ritiene ingiustificato il non interessamento dell’Amministrazione verso un’area che versa in stato di forte degrado.
Inoltre non trova normale che debba essere un Consigliere a dover sollecitare tale situazione.

SCARAMUZZA condivide quanto esposto dal Consigliere Belcaro. Aggiunge che non è la prima volta che ci si trova di fronte ad un ritardo nella manutenzione ordinaria citando ad esempio la rotatoria di via Cassolaro. Verte anche sulla tematica generale per capire come velocizzare le procedure e non solo quindi per il caso di specie.

IL PRESIDENTE apre alla discussione dando la parola al Consigliere Giordani.

GIORDANI chiede quale sia il ruolo della Municipalità.

BETTIN risponde all’interpellanza premettendo che l’area verde rientra in un progetto generale non ancora consegnato al settore Patrimonio e verde pubblico.
Aggiunge che il Responsabile di Veritas Terraferma è stato incaricato dell’attività di intervento e che pertanto eventualmente sarà la ditta interessata ad operare.
Non manca di rilevare che il problema del ritardo esiste e che pertanto si ravvede una necessaria tempestività, considerando anche quelle che sono le previsioni di bilancio.

COSTANTINI precisa che si è riaffrontato il problema di recente con il Patrimonio, affinchè le aree restino di cantiere e dettagliando meglio cosa si intenda per decoro. A tal fine si è chiesto di snellire le procedure anche a fronte dei tempi di 180 gg previsti per il collaudo.

BELCARO replica alla risposta dell’Assessore evidenziando che non si ritiene soddisfatto. Afferma che il problema è una normalissima prassi amministrativa e come tale si tratta semplicemente di definire meglio le procedure, cosa che ritiene fattibile vista anche la sovrabbondanza di dirigenti presenti nel nostro Comune. Infine precisa che l’area non è in realtà recintata come dovrebbe essere in quanto cantiere.

IL PRESIDENTE esaurito il terzo punto all’ordine del giorno passa alla discussione del quarto concernente l’interpellanza presentata dal Consigliere A. Scarpa.

Alle ore 10.00 esce il Consigliere Belcaro

L’ASSESSORE legge l’interpellanza.

IL PRESIDENTE concede pertanto la parola al Consigliere interpellante per l’illustrazione.

A. SCARPA illustra che trattasi in realtà di una richiesta che si fa ogni anno. Precisa che la sua preoccupazione è di iniziare già ad aprile/maggio del prossimo anno ad una attività di pulizia della spiaggia.
Aggiunge che la pulizia interessa tre parti: 1- l’arenile 2- i “pennelli a mare” che sono intasati (17 dighe) 3- il camminamento del “murazzo” (costruito nel 98’).
Rileva che ci sono dune alte fino a cinque metri che ostruiscono tali camminamenti.
Chiede pertanto che non si aspetti il bilancio e visto che nei pressi ci sono due grandi cantieri, si potrebbe organizzare un tavolo di lavoro per spianare e rendere fruibile la zona.

IL PRESIDENTE apre la discussione dando la parola al Consigliere R. Scarpa.

R. SCARPA ritiene che questa interpellanza sia opportuna anche per non far sentire abbandonate le periferie.

Alle ore 10.10 esce il Consigliere Capogrosso

Inoltre considera importante coinvolgere il più possibile tutta la cittadinanza dirottando le risorse, anche perché l’alternativa sarebbe il presidio costante degli abitanti.
Evidenzia inoltre che la crisi della pesca potrebbe rappresentare l’occasione per coinvolgere i pescatori nella manutenzione degli arenili. Pertanto sia nell’ottica di coinvolgere questi ultimi sia l’intera cittadinanza, ritiene che potrebbe essere utile un atto di indirizzo.
Infine ricorda, citando Bolzano, che questa operazione non sarebbe nuova.

GIUSTO sottolinea quanto appena detto dai precedenti Consiglieri. Rileva inoltre che si dovrebbe valorizzare non solo la spiaggia ma anche l’opera dell’uomo che è stata fatta da anni a servizio del luogo. Ricorda quindi che queste opere sono una risorsa e un motivo di recupero.

ZUANICH conferma quanto detto fino ad ora ed evidenzia la necessità di trovare delle risorse, rivitalizzando l’autonomia di Pellestrina.

Alle ore 10.20 escono i Consiglieri Scaramuzza, Zuanich e Seibezzi

TAGLIAPIETRA ricorda ai presenti la manutenzione fatta l’anno scorso verso Agosto, quando invece sarebbe stato il caso di farla a fine maggio.

BETTIN precisa in merito a quest’ultimo intervento, che in realtà era stata fatta una manutenzione prima della stagione estiva, ma che una successiva mareggiata ha ricondotto le cose allo stato precedente; motivo per cui ad Agosto si è intervenuti nuovamente.

Alle ore 10.30 esce il Consigliere Toso

Ritiene che ci abita sia incentivato a tutelare il luogo in cui vive, che non corrisponde ad un residuo di un centro ma il centro di un arcipelago. Inoltre specifica che a soluzione si potrebbe dare un mandato a Veritas di avvalersi di collaboratori locali.
Considera l’idea di coinvolgere i pescatori, una su cui lavorare con l’attuazione ad esempio di protocolli di intesa.
Inoltre legge la risposta che era già stata fornita per iscritto al Consigliere.

Alle ore 10.35 escono i Consiglieri Giusto, Bazzarro e Lazzaro

A. SCARPA si ritiene soddisfatto della risposta e chiede che venga fatto un sopralluogo dalla Commissione.

IL PRESIDENTE esaurito il quarto punto all’o.d.g., passa alla trattazione dell’interrogazione presentata dal Consigliere Tagliapietra.
Il Consigliere interrogante chiede di poter intervenire prima della risposta dell’Assessore, ed il Presidente gli concede la parola.

TAGLIAPIETRA riferisce che l’area peggiora ogni giorno e che vi sono ora solo due panchine disponibili. Sull’opportunità di posizionare dei “masegni” non crede che la Soprintendenza possa esprimere un parere negativo.

BETTIN ritiene che l’indicazione sia utile e che ci si debba muovere in tale direzione.
In risposta annuncia che l’assessorato farà presente ai Lavori Pubblici.

TAGLIAPIETRA dichiara di ritenersi soddisfatto.

Alle ore 10.45 rientra i Consiglieri Seibezzi ed esce Rizzi

IL PRESIDENTE esaurito il primo punto all’o.d.g. passa alla discussione interpellanza presentata dal Consigliere Renesto dandogli direttamente la parola per l’illustrazione al fine di velocizzare i lavori della Commissione.

RENESTO evidenzia l’opportunità di un disco-bar per ovviare ai fenomeni di criminalità di un’area poco frequentata. Inoltre una parte del ricavato poteva essere utilizzata per la manutenzione del Parco Albanese.

Alle ore 10.50 Il Presidente sospende temporaneamente la Commissione.

Alle ore 10.55 Il Presidente constatato il numero legale dichiara riaperta la Commissione.

BETTIN in risposta al Consigliere Renesto informa che la questione è stata per quanto di competenza inoltrata all’Istituzione Parco.
Inoltre informa sulla esistenza di un disco-bar oltre ad un centro internet. Pertanto ritiene che si potrebbe riprendere la soluzione valutando le proposte dell’Istituzione.

RENESTO si ritiene parzialmente soddisfatto. Rileva infatti che con le attuali strutture citate dall’Assessore resta ancora in essere il problema della criminalità.
Afferma che si potrebbe collocare il manufatto tra la Polisportiva e l’antenna. Infine aggiunge che si farà promotore per portare avanti l’iniziativa.

IL PRESIDENTE esaurito anche questo punto dell’o.d.g. concede la parola, come richiesto, al Consigliere Guzzo per la sua interrogazione.

GUZZO informa che la risposta gli è già stata fornita per iscritto. Chiede spiegazioni in merito ai programmi futuri della Soc. Agire ai fini della manutenzione delle caldaie. Ritiene che le risorse e le competenze siano già in essere presso il personale del Comune.

BETTIN riferisce che si è già allargato il campo delle attività e dei controlli. Infatti precisa che con l’ultimo appalto si sia già fatto un ottimo ammodernamento e su questo il contributo di Agire è stato fondamentale.
Aggiunge infine che la vera rivoluzione sarà il fotovoltaico, e che su questo punto si è in ritardo.

GUZZO dichiara di essere soddisfatto.

IL PRESIDENTE esaurito anche l’ultimo punto all’o.d.g., alle ore 11.10 dichiara chiusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 15-11-2012 ore 14:04
Ultima modifica 15-11-2012 ore 14:04
Stampa