Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Gruppi consiliari > Lista In Comune > Consiglieri comunali > Camilla Seibezzi > Archivio atti > Mozione nr. d'ordine 1655
Contenuti della pagina

Lista In Comune - Mozione nr. d'ordine 1655

Logo Lista In Comune Camilla Seibezzi
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente data protocollo
1655 4 22/01/2013 Camilla Seibezzi
 
Giuseppe Caccia
Sebastiano Bonzio
Claudio Borghello
Luigi Giordani
Andrea Renesto
Gian Luigi Placella
Renzo Scarpa
22/01/2013

 

 

Venezia, 22 gennaio 2013
nr. ordine 1655
n p.g. 4
 

Al Sindaco
Al Presidente del Consiglio comunale
Ai Capigruppo consiliari
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Al Vicesegretario Vicario


 

Oggetto: SI APRA UN'INCHIESTA SULLA DISTRIBUZIONE DI MATERIALI OMOFOBI AL LICEO MARCO FOSCARINI E SI PROPONGANO DEGLI INCONTRI CON FORMATORI ESPERTI IN TALI TEMATICHE

 

Il Consiglio Comunale di Venezia

 


Premesso che:


i principi inseriti nello Statuto comunale, all'articolo 2, con cui la nostra Città garantisce il diritto di pari dignità di trattamento nella società e nel lavoro impedendo qualsiasi forma di discriminazione relativa all’orientamento sessuale."


Il Parlamento europeo [...] condanna i commenti discriminatori formulati da dirigenti politici e religiosi nei confronti degli omosessuali, in quanto alimentano l'odio e la violenza, anche se ritirati in un secondo tempo, e chiede alle gerarchie delle rispettive organizzazioni di condannarli »( Risoluzione del Parlamento europeo del 26 aprile 2007 sull'omofobia in Europa, art 8)


Considerato che


le recenti vicende all'attenzione della stampa nazionale e locale hanno messo in evidenzia un nuovo caso di omofobia che ha messo in difficolta' sia gli studenti che i dirigenti del Liceo classico Marco Foscarini a causa dei contenuti nei materiali didattici distribuiti dall’insegnante di religione presso lo stesso istituto


il delicato ruolo degli insegnanti nelle scuole impone una responsabilita' ed un attenzione ai temi del rispetto della dignita' della persona in ogni sua forma ed espressione e che in ragione di tale prerequisito sia da impedire qualsiasi attivita' manipolatoria o strumentale alla divulgazione di proprie idee personali che nulla hanno a che fare con la ricerca scientifica e la pluralita' dell'informazione


INVITA


il Ministero dell'Istruzione e i competenti livelli territoriali dell'Ufficio Scolastico Regionale e Provinciale a promuovere tempestivamente:


1) l'apertura di un'inchiesta amministrativa sull'accaduto;


2) incontri con formatori e associazioni che si occupano di tali tematiche e che permettano agli studenti di trovare delle risposte autonome alla luce dei recenti studi scientifici e delle diverse posizioni nel rispetto della diversita' e pluralita' delle fonti.


Tale azione contribuirebbe a trarre da un episodio deprecabile un'occasione per tracciare dei percorsi edificanti e di rispetto della cultura delle differenze.

 

Camilla Seibezzi

Giuseppe Caccia
Sebastiano Bonzio
Claudio Borghello
Luigi Giordani
Andrea Renesto
Gian Luigi Placella
Renzo Scarpa

 
 
Pubblicata il 22-01-2013 ore 12:47
Ultima modifica 22-01-2013 ore 12:47
Stampa