Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Atti delle Commissioni > III Commissione - Verbale
Contenuti della pagina

III Commissione - Verbale

Seduta del 16-04-2013 ore 11:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Renato Boraso, Claudio Borghello, Cesare Campa, Giampietro Capogrosso, Antonio Cavaliere, Bruno Centanini, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Ennio Fortuna, Nicola Funari, Giacomo Guzzo, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Jacopo Molina, Gian Luigi Placella, Luca Rizzi, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Christian Sottana, Giuseppe Toso, Simone Venturini, Alessandro Vianello

 

Consiglieri presenti: Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Renato Boraso, Claudio Borghello, Giampietro Capogrosso, Bruno Centanini, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Ennio Fortuna, Nicola Funari, Giacomo Guzzo, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Jacopo Molina, Luca Rizzi, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Camilla Seibezzi, Giuseppe Toso, Alessandro Vianello, Saverio Centenaro (sostituisce Antonio Cavaliere), Gianluca Trabucco (sostituisce Emanuele Rosteghin), Marco Zuanich (sostituisce Simone Venturini)

 

Altri presenti: Coadiutore del Sindaco per la SanitÓ Bruno Centanini, Direttore Generale ULSS n.12 Giuseppe Dal Ben, Responsabile del Dipartimento emergenza-urgenza Caputo, Presidente della Consulta per la Tutela della Salute Malaguti Bruno.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. La rete di emergenza sanitaria dell'ULSS n.12 veneziana.
  2. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1447 (nr. prot. 158) con oggetto "Valutare la possibilitÓ di rafforzare il servizio di idroambulanza per lĺisola di Pellestrina in collaborazione con lĺUlss di Chioggia.", inviata da Alessandro Scarpa

Verbale

Alle ore 11.40, il Presidente Guzzo constatata la presenza del numero legale dichiara aperta la seduta illustrando l’o.d.g. e dando la parola al coadiutore del Sindaco per la Sanità.

CENTANINI ringrazia per l’inserimento dell’interpellanza tra i punti all’o.d.g. della Commissione. Rende noto pertanto l’iter seguito alla richiesta del Consigliere interpellante A. Scarpa nel corso delle quali si era preso contatto, senza avere alcuna risposta in merito, con l’allora Direttore Generale dell’ULSS n.12 Padoan.
Pertanto il coadiutore del Sindaco ha preso contatto con il nuovo Direttore Dal Ben che ha dato piena disponibilità a discutere delle argomentazioni che emergono dalla richiesta del Consigliere interpellante.
Non manca di precisare che il compito alla risposta non è in carico formalmente al Direttore dell’ULSS ma ritiene utile un suo intervento vista anche l’attinenza della materia trattata oggi in Commissione al primo punto all’o.d.g. .

CONTE in merito alla vicenda dei posti hospice aggiunge che questa è la prima occasione di incontro dopo tale attivazione. Nell’affermare quindi che il risultato è stato raggiunto coglie l’occasione della presenza del Direttore Dal Ben per congratularsi e riconoscergli il merito.

Alle ore 11.50 entrano i Consiglieri Funari, Locatelli e Vianello

CENTANINI aggiunge l’importanza delle competenze su Chioggia rivestite dal Direttore Generale Dal Ben, che più si prestano ad un quadro generale di miglior supporto all’interpellanza del Consigliere.

DAL BEN esordisce preferendo dare la parola al dott. Caputo, responsabile del Dipartimento emergenza-urgenza, per l’illustrazione delle slide.

CAPUTO evidenzia come sussista un extraospedale. Illustra il SUEM e cita l’allocazione del sistema operativo del 2006/2007 allora presso caserma dei Vigili del Fuoco.

Alle ore 12.00 escono i Consiglieri Molina e Funari

Non manca di evidenziare il picco di due milioni di presenze sul territorio della Provincia di Venezia e ne cita i numeri relativi al volume delle chiamate registrate nel 2012 (750 mila contatti all’anno, di cui 47 mila 502 solo tra Venezia, Mestre e Cavallino Treporti).
In merito al trasporto secondario, ne chiarisce la definizione stante al trasporto eseguito dall’ospedale di primo arrivo in uno di maggior specifica competenza.

Alle ore 12.05 entrano i Consiglieri Belcaro e Lavini

Per quanto concerne gli elicotteri, il numero della dotazione è di quattro unità che sono prevalentemente utilizzati nel periodo estivo.
Inoltre aggiunge che vi sono contatti con le diverse unità sanitarie locali (es. Dolo e Mirano) nella logica di una collaborazione di rete.
Evidenzia che si sta pensando di fornire le varie zone della città di un defibrillatore per un complessivo di circa 10. In tale prospettiva si pensava a Venezia Centro Storico e Isole, nei locali come potrebbero essere bacheche, in piazza S. Marco o a Piazzale Roma.

Alle ore 12.10 entra il Consigliere Funari

Rileva pertanto che in tali ubicazioni sarà prevista l’affissione di un logo.
Prosegue l’illustrazione citando i maxieventi nei quali le strutture sono tenute ad un lavoro intenso (incidenti di grossa portata, etc…).
Aggiunge in merito ai diversi accordi stipulati con importanti Istituzioni come la Capitaneria di Porto, Polizia, Guardia di Finanza, e a progetti quali quello “spiagge sicure”.

Alle ore 12.18 esce il Consigliere Vianello

Inoltre sottolinea che per l’estate c’è in previsione un potenziamento delle idroambulanze (es. per Venezia Centro Storico, Cavallino, Marcon, Lido). Per quanto concerne il trasporto dal Lido è sia con utilizzo su gomma sia con idroambulanza.
Illustra le slide sull’Isola di Pellestrina comprensive dei numeri di interventi totale nell’anno 2012 ovvero 1.578 (tra cui 903 codici bianchi, 284 gialli e 103 rossi).
Rileva che i codici gialli e rossi rappresentano le condizioni più complesse.

Alle ore 12.25 escono i Consiglieri Rizzi, Costalonga, Zuanich, Funari e Belcaro

Ricorda che nella mission c’è l’indicazione ad ottimizzare le risorse.
Precisa che con un codice rosso e giallo il tempo che intercorre per il trasporto (con condizioni meteo normali) è di circa 20 minuti per l’ospedalizzazione degli abitanti di Pellestrina su Venezia.
Con il codice verde quanto sopra si estende ad una tempistica di 40 minuti (sempre considerando le normali condizioni meteo).
Presenta quindi le soluzioni possibili, non volendo scartare a priori l’ipotesi di trasferimento a Chioggia. Tra le stesse rientrano l’ipotesi di un’idroambulanza attraccata a Cà Roman attivabile su richiesta.
Un’altra ipotesi potrebbe essere quella di una idroambulanza attraccata questa volta a Chioggia.
Al momento il problema comune alle due soluzioni pare quello di reperire il personale adeguato alla conduzione dei mezzi.

Alle ore 12.40 esce il Consigliere Toso

Inoltre si devono considerare i diversi centri di intervento ove i codici rossi sarebbero un inutile perdita di tempo inviarli a Chioggia. In questa fattispecie infatti sarebbe opportuno l’invio diretto nei centri adeguati e specializzati presenti in terraferma (es. Mirano).

DAL BEN ritiene che si sia data una idea di rete considerando che la situazione si configura in continua evoluzione ed evidenziando così che su Pellestrina e su Chioggia si sta gestendo la pratica idroambulanze.

Il PRESIDENTE pertanto ritenuto opportuna la trattazione del secondo punto all’odg relativamente all’interpellanza del Consigliere A. Scarpa, gli concede la parola per l’illustrazione.

SCARPA A. ringrazia per la collaborazione richiamando, secondo quanto già indicato nell’interpellanza, ad un protocollo d’intesa per la collaborazione con l’ULSS di Chioggia dedicato alla fornitura di un’idroambulanza al fine di porre rimedio ai tempi di percorrenza, che nel caso di codice rosso, potrebbero salvare delle vite umane.
Su quanto presentato nelle slide in merito ai tempi di percorrenza dichiara che “è pura fantascienza” ove ciò non risponde alla verità se non in pochissimi casi con una durata di trenta minuti.
Afferma che sul conteggio non si è tenuto conto che, dal distretto sanitario a S. Pietro in Volta, sono altri dieci minuti.
Ritiene pertanto che la realtà è che si impiega più di mezz’ora. Invita pertanto a riesaminare i dati esposti oggi.
Sull’elisoccorso afferma che non ci sono cinque possibilità di atterraggio. Precisa che la richiesta non è il passaggio con l’ULSS di Chioggia bensì il solo potenziamento.
Comunque si ritiene soddisfatto per quanto esposto.

Il PRESIDENTE pertanto chiude il secondo punto all’odg e ritorna alla trattazione del primo punto.

CENTANINI voleva porre una questione sull’utilizzo dei defibrillatori. Vuole sapere pertanto a che punto è il piano per portare a termine sia su parte della terraferma sia su quella insulare.
Propone al Presidente di sentire l’assessorato alla istruzione per avere un numero adeguato per l’uso.
Altro tema è inserire nelle scuole medie superiori, l’insegnamento delle manovre di pronto-soccorso.
Si potrebbe a tal fine approfondire lo stato attuale anche a livello nazionale.

IL PRESIDENTE in merito ai numeri evidenzia come tra Verona e Venezia vi sia una certa coincidenza nei pazienti. Ciò inoltre trova conferma anche tra il numero degli interventi dell’elisoccorso.
Sul defibrillatore ritiene che si debba dedicare in zone dove vi sia una rilevante capillarità nel territorio (scuole, Municipalità, farmacie, etc…).
Non manca inoltre di evidenziare che comunque sia necessaria una certa preparazione e una conseguente azione di divulgazione.

LIARDH sul disabile che paga 200 euro, rilevato in un articolo recente di giornale, chiede informazione al Direttore precisando che sia fondamentale una maggiore collaborazione complessiva dei servizi offerti.

DAL BEN risponde che la notizia è priva di fondamento.

LIARDH rileva che l’osservatorio epidemiologico serve per l’emergenza. Inoltre ritiene rilevanti i 23.000 interventi su Venezia e i 22.000 su Mestre.

Alle ore 12.55 escono i Consiglieri Conte e Locatelli

Cita le questioni di particolarità del territorio veneziano e sull’elisoccorso evidenzia che in passato al Lido funzionava molto bene, ove oggi invece si cerca di far fronte con le idroambulanze.

DAL BEN precisa che non è mancato niente né a Lido né a Pellestrina con l’elisoccorso. Cosa diversa è il potenziamento che è molto rilevante.

Alle ore 13.00 escono i Consiglieri Capogrosso e Lazzaro


LIARDH ritiene che ci sia bisogno di andare al Lido, sul posto, e spiegare meglio la situazione.

DAL BEN sottolinea che non si vuole rischiare la vita delle persone preferendola ai tagli.
E’ una rete che vuole rispondere nei tempi giusti e nei luoghi giusti. Ritiene che ci sia necessità di capire che abbiamo dei tecnici preparatissimi che gestiscono le maxiemergenze.
Evidenzia nuovamente che è comunque una situazione in continua evoluzione, che dipende sempre dal quadro epidemiologico generale.
In merito alla tipologia dei codici sottolinea che i gialli ed i rossi devono essere destinati là dove ci sono le competenze adeguate.

Alle ore 13.10 entrano i Consiglieri Conte e Costalonga

Sull’uso dei defibrillatori nota che già si fa a Chioggia e nulla vieta che si faccia anche qua l’informazione necessaria. Serve quindi una sensibilità di albergatori, farmacisti, etc..
Precisa che le farmacie se vogliono possono fare l’acquisto poi la formazione sarà a carico dell’ULSS.
Conclude affermando che c’è la disponibilità a mettere a disposizione i dati stante ad un servizio che ha una sicura competenza e validità professionale.

Alle ore 13.15 escono i Consiglieri Costalonga, Lavini e Centenaro

SCARAMUZZA ringrazia il dott. Dal Ben. Sulle strutture di intermediazione vorrebbe degli aggiornamenti in merito al pronto soccorso all’Angelo e del S. Giovanni.

LABBRO FRANCIA riferisce che farebbe piacere, come componente, far sedere ad un tavolo comune l’ULSS e la Consulta per la Tutela della Salute. Chiede che vengano forniti i dati in maniera disagregata al fine di fornire una pianificazione adeguata.

IL Presidente evidenzia che prima dell’arrivo del nuovo Direttore si era abituati ad un non confronto. Considerati i compiti dei presenti sottolinea le responsabilità a fronte delle quali il ruolo del Direttore Generale pesa molto per importanza e capacità professionale.
Ringrazia pertanto il dott. Dal Ben per essere venuto oggi in Commissione e annunciando che seguirà prossimamente una Commissione sulla situazione dell’Ospedale all’Angelo, esaurito l’ordine del giorno alle ore 13.20 dichiara conclusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 30-04-2013 ore 12:39
Ultima modifica 30-04-2013 ore 12:39
Stampa