Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > ?pag= > Interrogazione nr. d'ordine 208
Contenuti della pagina

Interrogazione nr. d'ordine 208

Logo Alessandro Scarpa
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
208 98 14/09/2010 Alessandro Scarpa
 
Sindaco
Giorgio Orsoni
 
e p. c.
Al Presidente del Consiglio comunale Roberto Turetta
 
inoltrata a
Assessore Gianfranco Bettin
14/09/2010 14/10/2010 in Consiglio

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
risposta in Consiglio comunale07-02-2011Leggi
risposta25-11-2010Leggi
delega25-10-2010Leggi

 

Venezia, 14 settembre 2010
nr. ordine 208
n p.g. 98
 

Al Sindaco Giorgio Orsoni


e per conoscenza

Al Presidente del Consiglio comunale
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo Consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: Sostenimento alla pesca delle vongole di mare e controllo dell'inquinamento delle acque marine che confinano con la nostra costa Veneziana

Tipo di risposta richiesta: in Consiglio

 

Visto che:
la pesca delle vongole di mare da sempre crea lavoro a migliaia di famiglie di pescatori che risiedono nel Comune di Venezia e in tutta la Provincia;


Considerato che:
in questi ultimi anni è avvenuta improvvisamente una strana moria di vongole di mare, conosciute meglio nel nostro dialetto come "bebarasse di mare", e nessuno stranamente ci ha saputo spiegare il motivo di questa moria;


Considerato che:
il fatto risulta strano in quanto nel mare Adriatico non ci sono scarichi di fabbriche e quindi l’inquinamento non dovrebbe essere tale da causare la suddetta moria di vongole;


Preso atto che:
tutto quanto sopracitato sta creando dei seri disagi di sostenimento ai Consorzi, ai singoli pescatori della nostra marineria e a tutto il commercio della pesca, che ha già avuto 10 lunghi mesi di fermo pesca in quest’ultimo periodo;


Considerata:
la forte preoccupazione dei cittadini, derivata dal fatto che pare si voglia bonificare le spiagge, prendendo però la sabbia dal mare a poche miglia dalla costa, e distruggendo così la fauna marina;


                                                     si chiede al Signor Sindaco


- di attivarsi urgentemente sollecitando gli enti competenti, al fine di controllare e a monitorare le acque del nostro mare, per conoscere la causa di questo strano fatto, che sta mettendo in ginocchio tutto il mondo della pesca, posti di lavoro e tutto l'indotto economico che gira attorno ad esso.

 

Alessandro Scarpa

 
 
Pubblicata il 14-09-2010 ore 11:55
Ultima modifica 14-09-2010 ore 11:55
Stampa