Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Gruppi consiliari > Lista Civica impegno per Venezia, Mestre, isole > Consiglieri comunali > Alessandro Scarpa > Archivio atti > Interpellanza nr. d'ordine 1185 > Risposta
Contenuti della pagina

Risposta - Interpellanza nr. d'ordine 1185

da Assessore Gianfranco Bettin

Venezia, 29 maggio 2012
n p.g. 2012/ 230288
 

Al Consigliere comunale Alessandro Scarpa


e per conoscenza

Al Presidente del Consiglio comunale
Al Presidente della X Commissione
Ai Capigruppo
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Al Vicesegretario Vicario
Al Presidente della MunicipalitÓ di Lido - Pellestrina

 

Oggetto: risposta all'interpellanza nr. d'ordine 1185 (Nr. di protocollo 64) inviata il 14-05-2012 con oggetto: Spiaggia di Pellestrina

 

 

In riferimento all’interpellanza in oggetto, si specifica quanto segue.

 

La spiaggia di Pellestrina viene regolarmente pulita con le modalità e frequenze definite dal Piano Finanziario del servizi di igiene urbana.

Il Piano Finanziario 2012, contenente la descrizione organizzativa dei servizi di igiene urbana del Comune di Venezia tra cui anche la pulizia degli arenili, è in questi giorni in fase di definizione.

Nelle more dell’approvazione dello stesso, le operazioni di pulizia vengono effettuate sulla scorta di quanto stanziato a budget dello scorso anno (€ 248.568,00 IVA esclusa) secondo le specifiche del 2011 ovvero, per l’arenile di Pellestrina:

- pulizia straordinaria da 1 aprile al 15 maggio e dal 15 al 30 settembre;
- pulizia ordinaria da 15 maggio a 15 settembre con frequenza 4 giorni su 7 con l’utilizzo di 2 operatori dalle 6.00 alle 12.00.


Alla data dell’interrogazione quindi i cestini non erano ancora stati posizionati e i camminamenti non ancora puliti poiché a ridosso dell’inizio del periodo di pulizia ordinaria.
Per quanto riguarda invece la pulizia della strada che va dagli accessi alla spiaggia alle case la pulizia, si tratta di un normale servizio di spazzamento che viene svolto 6 giorni su sette.

Quanto non specificatamente previsto nel suddetto Piano finanziario 2012 comporta dei costi aggiuntivi a carico della cittadinanza (attraverso la TIA).

La rimozione del legname spiaggiato richiederebbe uno sforzo notevole, con impiego straordinario di mezzi e personale, e conseguenti costi aggiuntivi non previsti nel Piano Finanziario 2012. Occorre, inoltre, evidenziare che tali operazioni di pulizia con mezzi meccanici, se svolte in questo periodo risulterebbero in contrasto con gli obblighi di conservazione di specie di avifauna protetta qual è il fratino (Charadrius alexandrinus), un uccello che nidifica a terra lungo i litorali sabbiosi e di cui è segnalata la presenza anche lungo la spiaggia di Pellestrina (in questo periodo segnalate 5 coppie).

Per quanto riguarda le operazioni di appianamento (se intese come livellamento dell’arenile modificato nel corso della stagione invernale, mantenendo la normale morfologia del luogo, (e quindi che prevede una movimentazione del terreno inferire a 5000 m3) esse non sono previste nel Piano Finanziario relativo ai servizi di igiene urbana di VERITAS e quindi sono interventi che devono essere commissionati a parte con risorse aggiuntive e diverse dalla TIA.

Movimentazioni di terreno superiori a quanto indicato non rientrano invece nelle competenze del Comune e quindi necessitano di autorizzazione regionale.

Relativamente alla rimozione del materiale depositatosi sui pennelli a mare nel corso della stagione invernale si ricorda che rientra in un ambito di competenza del Magistrato alle Acque. Gli uffici si stanno attivando quindi per richiederne allo stesso la rimozione.

 

Assessore Gianfranco Bettin

 
 
A cura della segreteria dell'Assessorato
Pubblicazione: 29-05-2012 ore 15:24
Stampa