Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Gruppi consiliari > Lista Civica impegno per Venezia, Mestre, isole > Consiglieri comunali > Alessandro Scarpa > Archivio atti > Interrogazione nr. d'ordine 968 > Risposta
Contenuti della pagina

Risposta - Interrogazione nr. d'ordine 968

da Assessore Alessandro Maggioni

Venezia, 30 gennaio 2012
n p.g. 2012/42710
 

Al Consigliere comunale Alessandro Scarpa


e per conoscenza

Al Presidente del Consiglio comunale
Ai Capigruppo
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: risposta all'interrogazione nr. d'ordine 968 (Nr. di protocollo 8) inviata il 11-01-2012 con oggetto: Messa in sicurezza fermata autobus Actv, evitando di creare nuove barriere architettoniche, nella strada dei Murazzi a Pellestrina

 

Con riferimento all’interrogazione in oggetto, sentiti i tecnci, si evidenzia come lo spostamento della fermata "Poste" nell’attuale posizione è una soluzione provvisoria, individuata anche su suggerimento dello stesso consigliere Alessandro Scarpa durante i sopralluoghi avvenuti nel 2011 congiuntamente ai tecnici comunali, a rappresentanti di Insula e all’assessore ai Lavori pubblici.
Va sottolineato che fin dall’inizio si era consapevoli che la soluzione scelta non sarebbe stata idonea all’uso da parte di persone diversamente abili, così come per le restanti fermate oggi in uso a Pellestrina, in quanto il gradino esistente non permette all’autobus di estrarre la pedana di sollevamento della carrozzina. Pertanto, si è concordata una soluzione tampone in attesa dei finanziamenti.
Per adeguare, come richiesto dal consigliere Scarpa, la fermata in oggetto sono possibili due soluzioni:
1. demolire completamente la pavimentazione e la platea esistenti per ricostruirle a livello della strada. Tale operazione, però, dovrebbe essere eseguita dall’ente che ha realizzato il manufatto, il Magistrato alle Acque, e col consenso dell’ente proprietario, il Demanio Marittimo, previa valutazione statica della possibilità di realizzazione.
2. alzare il piano stradale. Ciò da un lato richiederebbe di intervenire su una porzione estesa per almeno la lunghezza di un intero autobus, per evitare che lo stesso si inclini nella fase di estrazione della pedana; dall’altro creerebbe un dislivello con le restanti strutture viarie (i marciapiedi e le immissioni dalla parte opposta) che sarebbe complesso e oneroso colmare.
In entrambi i casi, il finanziamento per realizzare tali opere,  che si evidenzia hanno comunque a carattere di provvisorietà, non sarebbe di molto inferiore a quello necessario (circa 100.000 euro) per riportare la fermata "Poste" nella precedente posizione ma adeguata, così come previsto dal progetto approvato dagli enti competenti.
Si comunica infine che le due fermate attualmente in corso di realizzazione (vale a dire Zendrini e Loredan) fanno entrambe parte di un primo stralcio di interventi per i quali è previsto un finanziamento pari a 200.000 euro.

 

Assessore Alessandro Maggioni

 
 
A cura della segreteria dell'Assessorato
Pubblicazione: 30-01-2012 ore 12:03
Stampa