Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Commissioni consiliari > Commissione CittÓ Metropolitana > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

Commissione CittÓ Metropolitana - Verbale

Seduta del 06-06-2014 ore 15:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Maurizio Baratello, Sebastiano Bonzio, Claudio Borghello, Cesare Campa, Antonio Cavaliere, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Ennio Fortuna, Nicola Funari, Enrico Gianolla, Luigi Giordani, Giovanni Giusto, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Jacopo Molina, Gian Luigi Placella, Andrea Renesto, Luca Rizzi, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Christian Sottana, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Gianluca Trabucco, Simone Venturini, Stefano Zecchi

 

Consiglieri presenti: Sebastiano Bonzio, Claudio Borghello, Cesare Campa, Antonio Cavaliere, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Ennio Fortuna, Enrico Gianolla, Lorenza Lavini, Jacopo Molina, Andrea Renesto, Luca Rizzi, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Camilla Seibezzi, Domenico Ticozzi, Gabriele Bazzaro (sostituisce Giovanni Giusto), Giampietro Capogrosso (sostituisce Giuseppe Toso), Saverio Centenaro (sostituisce Christian Sottana), Giacomo Guzzo (sostituisce Luigi Giordani), Marco Zuanich (sostituisce Simone Venturini)

 

Altri presenti: Direttore Luigi Bassetto, Dirigente Scaramuzzi Isabella, R. Montagner per l'Organizzazione Sindacale CGIL, L. Gottardello per l'Organizzazione Sindacale CISL, A. Ghedin per l'Organizzazione Sindacale UIL.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Audizione delle Organizzazioni Sindacali: suggerimenti per lo Statuto della CittÓ Metropolitana.

Verbale

Alle ore 15.40 il Presidente Campa constatato il numero legale dichiara aperta la riunione di Commissione.
Sottolinea ai presenti l'urgenza relative al processo costitutivo della CM.
Dopo aver evidenziato le opportunità di sviluppo economico-territoriali offerte dalla nuova Città Metropolitana, informa che nel sito internet sarà costituita una banca dati aperta a tutti, oltre ad un focus group che possa essere un’opportunità di raccolta di suggerimenti utili per la redazione del nuovo Statuto.
Sarà poi compito della Commissione raccogliere questi elementi e proporli in un documento finale.

Alle ore 16.00 entra il Consigliere Zuanich

MONTAGNER R., dell’Organizzazione Sindacale CGIL, sottolinea le scadenze in essere e la brevità dei tempi.
Dopo aver consegnato un documento alla Segreteria della Commissione, depositato poi agli atti della stessa, come risultanza di un serie di incontri con la cittadinanza.
Inoltre consegna anche una ricerca che si configura essere esplicativa sia della convenienza che dell’occasione alla costituzione della CM.
Rileva pertanto tre tappe:
1- Mettere assieme le Camere di Commercio per comprendere il tipo di sviluppo perseguibile;
2- Costituire un’agenzia di sviluppo metropolitano;
3- Creare un osservatorio sul lavoro su scala metropolitana.
Infine conclude sottolineando la necessità altresì di migliorare la qualità di vita delle persone ove non può la CM essere solo una figura di sostituto alla Provincia.

GOTTARDELLO L., dell’Organizzazione Sindacale CISL, informa che le indagini OCSE dimostrano che le condizioni di sviluppo si sono avute soprattutto per le Città europee.
Pertanto cita i finanziamenti europei previsti e le diverse realtà metropolitane organizzate a tal fine.
Non manca di evidenziare Milano come esempio di Città metropolitana e quindi ne rileva l’opportunità nel contesto veneto della PA.TRE.VE. .

Alle ore 16.15 entra il Consigliere Bonzio ed esce Costalonga

Inoltre sottolinea i recenti effetti della crisi sulla piccola media impresa nel Veneto.
Cita la molteplicità di società di trasporto pubblico presenti sul territorio.
Ritiene quindi che si debba fare riferimento a due elementi di incertezza:
1- Il ricorso di incostituzionalità presentato dalla Regione V.to;
2- Il difficile scenario futuro di persistenza di questa Amministrazione comunale.

Alle ore 16.20 escono i Consiglieri Zuanich e Seibezzi

Auspica affinchè il Sindaco dimostri la sua estraneità ai recenti fatti di cronaca giudiziaria e non si cerchi così facendo pretesti per non approvare questo percorso istitutivo metropolitano.
Ritiene importante un percorso di semplificazione amministrativa ed altresì i processi di integrazione e partecipazione allo Statuto.
Considera importante infatti l’allargamento ad altri Comuni.

GHEDIN A., dell’Organizzazione Sindacale UIL, afferma che Venezia è già integrata nel territorio a livello metropolitano (porta ad esempio il sistema dei servizi di trasporto).
Ritiene però che sia essenziale ripensare ad un nuovo modello di sviluppo compatibile con l’ambiente.
Cita l’opportunità della valorizzazione del lavoro e della persona che deve essere prevista nello Statuto.
Pertanto afferma che le forze sociali dovrebbero poter fare delle proposte, anche tramite una Consulta, a supporto della redazione dello Statuto.

FORTUNA si richiama alla situazione di precarietà derivante dalle possibili dimissioni del Sindaco.
Chiede quindi di sapere quali saranno le conseguenze sulla costituzione della Città Metropolitana.

IL PRESIDENTE richiama al rispetto dell’ordine del giorno, e chiede se qualcuno abbia domande da rivolgere ai rappresentanti sindacali presenti.
Ritiene che la Commissione dovrebbe far audire chi sia interessato, nella logica di condividere un percorso quanto più partecipativo.
Chiede alle rappresentanze sindacali quindi: 1- come si possa valorizzare il tema del lavoro 2 – quali settori dovrebbero essere privilegiati 3 – infine quali siano le infrastrutture necessarie.

BONZIO condividendo l’invito del Presidente al rispetto dell’odg della presente riunione di Commissione, non esclude però una situazione di difficoltà derivante dai recenti fatti di cronaca giudiziaria.
Pertanto ritiene che ci sia un evidente quadro istituzionale incerto, e rileva come ci sia una necessità di capire se la CM sarà influenzata dalla non presenza del Sindaco del Comune capoluogo.
Infine chiede di capire su quale organo ricadranno le competenze in materia di politiche del lavoro.

CONTE afferma che il Comune non ha niente a che fare con la vicenda che vede coinvolto il Consorzio Venezia Nuova.
Esprime perplessità sulla necessità di dover da subito porsi il problema delle elezioni.
Infine dopo aver sottolineato la necessità di semplificazione ritiene che la Commissione abbia fatto bene a proseguire nei lavori.

SCARAMUZZA considera essenziale la semplificazione dei processi.
Inoltre evidenzia come sia necessario migliorare la qualità della vita di persone ed imprese, aumentando il livello dei servizi.
Rileva quindi che:
1 – la semplificazione determinerebbe economie di scala;
2 – la domanda di assistenza socio-sanitaria rileva una attuale disparità di accesso nei 44 Comuni;
3 – sussiste una paradosso stante alla difficoltà generale del settore dei servizi di trasporto.
Infine afferma che la conferenza statutaria si dovrà aprire alla partecipazione ed all’uso delle Università.

CAPOGROSSO condivide quanto detto dal Consigliere Scaramuzza. Ritiene che le competenze in capo alla nuova CM dovrebbe essere frutto di una trattativa, cosa difficile visto l’attuale atteggiamento della Regione Veneto.
Pertanto afferma che dovrebbe esserci un’ottica di apertura come necessità originata dal disposto di legge, ove il territorio si configura come più vasto di quello del semplice capoluogo.
Evidenziando quelli che sono i tempi tecnici, in un contesto di sospensione dalla carica del Sindaco, si potrebbe configurare un passaggio di competenze al Vice Sindaco.

FORTUNA afferma che se il Consiglio si scioglie non ci sarà alcuna possibilità di eleggere quello metropolitano.

Alle ore 17.10 esce il Consigliere Guzzo

Cita il possibile ricorso costituzionale che potrebbe giustificarsi nel contesto della non eleggibilità diretta da parte dei cittadini dell’area.
Infine ritiene che sia necessario aggiornarsi ad una prossima riunione per decidere se proseguire con i lavori della Commissione.

Alle ore 17.20 escono i Consiglieri Lavini, Centenaro e Fortuna

BORGHELLO condivide il lavoro fatto dai Sindacati presenti e ritiene essenziale far comprendere il lavoro svolto.

GHEDIN rileva che la valorizzazione del lavoro sia uno dei fulcri del sistema metropolitano e annuncia che nelle prossime settimane si farà un congresso sul tema, partendo dalla realtà di Porto Marghera.
Infine afferma che il processo di sburocratizzazione sia un punto importante ove sia essenziale rinominare le procedure per attrarre lavoro.

GOTTARDELLO oltre a citare il problema delle grandi navi, chiede che sia faccia presente al Vice Sindaco la necessità di costituire la CM e di discutere una bozza di Statuto.

MONTAGNER cita il caso del posticipo delle scadenze istituzionali della Calabria.
Ritiene che si abbia il dovere di continuare a fare il nostro lavoro, semplificando il carico amministrativo ed aumentando l’istituto della partecipazione.
Infine conclude affermando che se non altro i nostri figli avranno le condizioni per competere con quelli di altre Città europee.

Il Presidente Campa ringrazia i presenti e ricordando che il giorno 11 Giugno ci sarà un ulteriore incontro con la VII Commissione congiunta sul tema delle Municipalità e Città Metropolitana, esaurito l’ordine del giorno alle ore 18.00 dichiara conclusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 03-07-2014 ore 12:37
Ultima modifica 03-07-2014 ore 12:37
Stampa