Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Commissioni consiliari > X Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

X Commissione - Verbale

Seduta del 27-02-2014 ore 09:30
congiunta alla V Commissione e alla IX Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Maurizio Baratello, Gabriele Bazzaro, Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Renato Boraso, Claudio Borghello, Giuseppe Caccia, Cesare Campa, Giampietro Capogrosso, Antonio Cavaliere, Saverio Centenaro, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Ennio Fortuna, Nicola Funari, Enrico Gianolla, Luigi Giordani, Giovanni Giusto, Giacomo Guzzo, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Jacopo Molina, Carlo Pagan, Gian Luigi Placella, Andrea Renesto, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Christian Sottana, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Gianluca Trabucco, Simone Venturini, Alessandro Vianello, Stefano Zecchi, Marco Zuanich, Michele Zuin

 

Consiglieri presenti: Gabriele Bazzaro, Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Claudio Borghello, Cesare Campa, Antonio Cavaliere, Saverio Centenaro, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Ennio Fortuna, Enrico Gianolla, Luigi Giordani, Giovanni Giusto, Giacomo Guzzo, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Jacopo Molina, Carlo Pagan, Gian Luigi Placella, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Gianluca Trabucco, Alessandro Vianello, Marco Zuanich, Luca Rizzi (sostituisce Michele Zuin)

 

Altri presenti: Assessore Gianfranco Bettin, Assessore Carla Rey, Direttore Andrea Costantini, Direttore Alessandro Martinini, Presidente della MunicipalitÓ di Venezia,Murano, Burano, Funzionario Marco Favaro

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Prosecuzione esame della proposta di deliberazione pd 22 del 18/01/2011: "Istituzione Parco regionale di interesse locale della Laguna Nord di Venezia (art. 27 L.R. 40/1984)"

Verbale

Alle ore 9.50 il Presidente Pagan constatata la presenza del numero legale dichiara aperta la seduta.

BETTIN esordisce precisando che il lavoro istruttorio è stato eseguito nella logica di porsi in linea con gli strumenti operativi della Regione.
Prosegue quindi nella lettura del deliberato rilevando poi che eventuali modifiche normative troveranno soluzione con successive deliberazioni di Consiglio.

Alle ore 10.10 esce il Consigliere Belcaro

Aggiunge che nel momento in cui si approverà l’Istituzione ci sarà la necessità di passare ad uno stadio successivo.

Alle ore 10.15 esce il Consigliere Tagliapietra

REY sottolinea che l’attività produttiva va individuata nello sviluppo di un’area che trova diversi vincoli, utilizzando le risorse del turismo senza snaturare l’area stessa.
Evidenzia quindi che le diverse attività si sosterranno tra loro e che ritiene, citando anche i gruppi di azione costiera quali quelli di pesca ed agricoltura, la presente un’opportunità da non perdere.

COSTANTINI comunica che la bozza distribuita in copia ai presenti si pone l’obiettivo di recepire le varie osservazioni. Cita i pareri espressi dalle Municipalità.

FAVARO Marco legge i predetti pareri i quali si esprimono complessivamente positivi con qualche raccomandazione in alcuni casi.

Alle ore 10.20 entrano i Consiglieri Giusto e Lazzaro ed esce A. Scarpa

PLACELLA trova che il tema della pesca sia trattato con maggiore approfondimento di quello della caccia. Rileva inoltre quelli che saranno i vincoli edilizi per il futuro Parco.
Chiede infine un chiarimento sul punto 7 del deliberato.

Alle ore 10.25 esce il Consigliere Lazzaro

COSTALONGA fa presente che il togliere le frasi che concernano la L. R. dalla proposta di deliberazione non cambia l’ambito di applicabilità della stessa.

Alle ore 10.26 esce il Consigliere Guzzo

Chiede che venga fornita la nota della Regione oltre all’inserimento nella deliberazione della responsabilità in capo al Magistrato alle Acque per quanto di competenza.
Continua rilevando che le misure temporanee sono previste per legge e ricorda che una bozza del piano ambientale dovrebbe essere preventivamente consegnata i Consiglieri per capire meglio cosa si va realizzare nel suo complesso.
Chiede quindi se nell’ipotesi che non venga approvato il piano ambientale, si venga ad applicare la legge e le conseguenti maggiori restrizioni.

Alle ore 10.35 esce il Consigliere Toso

Cita infine un documento depositato alla Commissione europea sull’utilizzo di somme nell’ambito del progetto europeo life VIMINE, con il rischio della sponsorizzazione a discapito dei fondi europei messi a disposizione.

CENTENARO chiede che sia calendarizzato un altro passaggio in una prossima seduta di Commissione. Inoltre vorrebbe risposta sul perché non risultano recepite le sue precedenti osservazioni al punto 4 della proposta di deliberazione.

Alle ore 10.45 escono i Consiglieri Conte e Placella ed entrano Guzzo e Zuanich

BONZIO coglie la capacità di stare al passo con il percorso istitutivo del Parco. Cita alcuni esempi mondiali e sul punto 7 del deliberato precisa che non gli risulta che ci sia il divieto di attività di disboscamento.
Si dichiara favorevole al licenziamento della delibera in Consiglio.
Sui punti 4 e 5 invece ritiene utile il dotarsi di un crono programma nei rapporti con Regione e Provincia.

LASTRUCCI ritiene che sarebbe opportuno che la Giunta prima di approvare il piano facesse un passaggio consultivo in Consiglio. Condivide l’approfondimento da inserire nel deliberato per quanto proposto dal Consigliere Placella.
Cita i percorsi istruttori ed il loro conseguente iter, evidenziando inoltre che nelle tavole consegnate non sono visibili gli accessi alla laguna (canali) oltre alla necessità di rilevare le zone a traffico limitato.

FORTUNA si dimostra scettico alla possibilità di realizzazione costitutiva del Parco per la presenza dei diversi ambiti di competenza che sottostanno alle differenti autorità istituzionali.
Rileva quindi una difficoltà di incontro tra il Parco locale e quello di ambito nazionale di competenza del Magistrato alle Acque.

Alle ore 11.00 entrano i Consiglieri A. Scarpa, Placella e Molina

Il PRESIDENTE sul richiamo del Consigliere Fortuna della necessità di audire il Magistrato alle Acque, ricorda i precedenti incontri di riunione della Commissione precisando per l’appunto che tale incontro si è già svolto.

BETTIN afferma che ignorare la presenza del Magistrato alle Acque sarebbe come ignorare la Legge. Il Parco, quindi consentirà di articolare un rapporto che non sarà conflittuale.
Non si cambia pertanto nulla dell’esistente nelle procedure ove lo spazio di manovra resta comunque limitato al rispetto della normativa nazionale.
Si vuole quindi agire come “Agenzia” per le attività nei vincoli che già esistono.

Alle ore 11.05 esce il Consigliere Campa

Continua affermando che il Parco è un’opportunità per sfruttare il territorio ove ad esempio esistono attività come la caccia che è legittimata ma non a livello predatorio.

Alle ore 11.10 escono i Consiglieri Borghello e A. Scarpa

ROSTEGHIN rileva che esistono tali opportunità c.d. e che si potrebbe prospettare l’esigenza di una presenza di tutte le associazioni interessate.

R. SCARPA rilevando gli effetti non sufficienti della tutela svolta sul parco per quanto disposto dalla legge nazionale, ritiene che si potrebbe avviare un primo esempio di ipotesi per valorizzare quello che veniva fatto in origine nel contesto culturale veneziano.
Afferma quindi sia necessaria una tutela ed esprime preoccupazioni per gli effetti causati da eventuali impugnazioni nel caso in cui venga approvata la presente proposta di deliberazione.

Alle ore 11.20 entra il Consigliere Borghello

GIUSTO sul punto 5 del deliberato ne chiede un mandato alla Giunta.

BETTIN risponde che ci sarà un passaggio in Consiglio prima dell’approvazione definitiva.

GIUSTO ritiene che sarebbe importante una dichiarazione nel documento con parere del Magistrato alle Acque.
Inoltre afferma che dal testo si evincono delle contrarietà in merito alla pesca.
Non manca quindi di citare quella che ritiene essere la degenerazione della produttività dell’area ove la causa debba essere ricercata negli effetti prodotti dal turismo di massa.
Annuncia quindi che presenterà in Consiglio un emendamento per quanto predetto.

Alle ore 11.35 escono i Consiglieri Lavini, Vianello, Ticozzi ed entra Campa

BORGHELLO ritiene esserci un paradosso ove in realtà la caccia in realtà rappresenta un presidio all’ambiente.
Continua sostenendo che questa istituzione del Parco potrà rappresentare un’occasione per preservare il contesto ambientale.
Infine fa presente che quanto detto si prefigura nell’ottica di una tutela che considera anche il continuo mutare del paesaggio ambientale e delle sue esigenza, ove infatti ci sarà così facendo la possibilità di apportare migliorie.

Alle ore 11.45 escono i Consiglieri Tagliapietra, Campa e Guzzo

REY sulla tipologia delle attività produttive, sottolinea che non c’è l’intenzione di apportare realtà nuove. Aggiunge che l’ittico-turismo non snaturerà le realtà locali mantenendo integra la potenzialità dell’isola.
Cita l’esistenza di risorse derivanti sia dai fondi nazionali che europei destinati al settore pesca/agricoltura.
Infine afferma che l’ottica di Parco permettono politiche di coesione e che ci sono azioni specifiche di community development (CD) per l’utilizzo e l’implementazione delle attività da parte delle future generazioni.

Il Presidente Pagan ringrazia i presenti e rinviando il proseguimento dell’esame della proposta di deliberazione ad una successiva seduta di Commissione, alle ore 12.55 dichiara conclusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 03-04-2014 ore 13:59
Ultima modifica 03-04-2014 ore 13:59
Stampa