Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Commissioni consiliari > XI Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

XI Commissione - Verbale

Seduta del 06-02-2014 ore 14:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Sebastiano Bonzio, Claudio Borghello, Giuseppe Caccia, Cesare Campa, Antonio Cavaliere, Bruno Centanini, Saverio Centenaro, Sebastiano Costalonga, Nicola Funari, Enrico Gianolla, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Carlo Pagan, Gian Luigi Placella, Andrea Renesto, Luca Rizzi, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Christian Sottana, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Gianluca Trabucco, Simone Venturini, Stefano Zecchi, Marco Zuanich

 

Consiglieri presenti: Sebastiano Bonzio, Claudio Borghello, Cesare Campa, Antonio Cavaliere, Saverio Centenaro, Sebastiano Costalonga, Nicola Funari, Enrico Gianolla, Valerio Lastrucci, Bruno Lazzaro, Gian Luigi Placella, Luca Rizzi, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Gianluca Trabucco, Simone Venturini, Marco Zuanich, Luigi Giordani (sostituisce Bruno Centanini), Giuseppe Toso (sostituisce Carlo Pagan), Alessandro Vianello (sostituisce Lorenza Lavini)

 

Altri presenti: Assessore Tiziana Agostini, Direttore Marzio Ceselin, Sig. Roberto Longo

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Incontro con i rappresentanti dei cittadini sul regolamento del servizio mense scolastiche comunali.
  2. Proposta di modifica del regolamento dei servizi per l'infanzia.

Verbale

Alle ore 14.45 il presidente Scaramuzza, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta e ricorda le precedenti riunioni della commissione dove era stato preso l’impegno a discutere della modifica del regolamento delle mense scolastiche; anche per il secondo punto c’era l’impegno ad adeguare il regolamento per i servizi scolastici alle nuove situazioni che si presentano per la loro gestione. Entrambi gli argomenti saranno presi in considerazione in occasione della presentazione delle proposte di deliberazione non appena saranno presentate.

LONGO ritiene che la proposta che il comitato presenterà non sarà esaustiva; illustra lo spirito del lavoro presentato all’assessora Agostini, che pone anche la questione della formazione del capitolato d’appalto del servizio.

AGOSTINI annuncia che prima di Natale è stata rappresentata l’esigenza di istituire un comitato tecnico di supporto alla gestione del servizio mensa; si tratta di verificare la compatibilità con i regolamenti vigenti; esplicita le riserve e le cose che devono essere puntualizzate.
Alle ore 15.00 entrano i consiglieri Campa e Rizzi.

COSTALONGA dichiara di aver presentato una proposta di deliberazione per la modifica del regolamento comunale e la costituzione del comitato tecnico e si dichiara soddisfatto della disponibilità dell’assessora ad affrontare il problema.
Alle ore 15.05 entrano i consiglieri Tagliapietra e Scarpa A.

BONZIO esprime soddisfazione per la posizione illustrata dall’assessora; sostiene che questo movimento rappresenta un campanello d’allarme sulla carenza dell’attività della Consulta comunale per la scuola; fa specie pure la mancata convocazione di questi rappresentanti; sulla proposta di costituzione del comitato propone anche l’inserimento di un rappresentante delle municipalità.

PLACELLA sostiene che la tempestività delle riunioni è dovuta al periodo di crisi che sta investendo la scuola pubblica; sul comitato chiede che sia definito il numero legale dei presenti per rendere vincolanti le decisioni.
Alle ore 15.15 escono i consiglieri Zuanich, Venturini e Cavaliere.

BORGHELLO precisa che bisogna fare attenzione alle competenze per non creare confusione dei ruoli tra le varie istante promosse dall’Amministrazione; l’aggiornamento dei menù ed il favorire l’educazione alimentare devono essere tra i compiti più importanti da considerare; bisogna anche verificare se le commissioni della consulta non vengano estromesse dai loro compiti oppure bisogna prevedere una qualche forma di collaborazione.

SCARAMUZZA condivide la parte dell’intervento del consigliere Borghello dove viene messa tra le priorità dell’educazione quella alimentare.

BORDIGNON fa presente che molti genitori si sono attivati per compilare delle schede di valutazione della qualità del servizio; bisogna servirsi delle figure professionali che già operano nella scuola; bisogna anche trattare delle forniture del cibo e sostiene l’importanza che il comitato possa operare già dalla formulazione del prossimo appalto.
Alle ore 15.30 escono i consiglieri Toso, Trabucco e Rosteghin.

AGOSTINI afferma che la consulta è uno strumento di conoscenza a supporto dell’Amministrazione comunale; molti componenti della consulta si sono dimessi e si sta procedendo alla loro surroga ed alla nomina del nuovo presidente; gli indirizzi generali li decide la giunta ed il Consiglio comunale; le decisioni che verranno prese a seguito dei confronti che si andranno a tenere diverranno proposte di deliberazione che solo il Consiglio comunale potrà approvare; spiega che la costruzione dei menù è un compito dell’apposito servizio dell’Ulss; ricorda che l’Amministrazione ha promosso dei corsi di formazione rivolti ai componenti dei comitati mensa delle varie scuole e ricorda tutte le cautele che vengono poste per la manipolazione dei prodotti ed il trasporto dei cibi.
Alle ore 15.40 esce il consigliere Scarpa A ed entra il consigliere Guzzo, alle ore 15.45 escono i consiglieri Rizzi e Tagliapietra.

MENNELLA Giovanni come genitore, chiede di venire a conoscenza delle proposte prima che queste prendano la forma di proposta di deliberazione.

SCARAMUZZA ribatte che la proposta di deliberazione sarà formata dall’assessora Agostini e sarà esaminata dalla commissione consiliare e dichiara chiuso il dibattito sul punto in discussione e dà la parola all’assessora Agostini per illustrare il secondo punto all’ordine del giorno.

FUNARI interviene sull’ordine dei lavori e chiede di rinviare la discussione in attesa di conoscere la proposta di deliberazione.

AGOSTINI esprime il disappunto per l’impossibilità di esaminare la proposta di deliberazione, dovuta al ritardo degli uffici preposti, in quanto si tratta di piccole modifiche dovute dalla gestione pratica dei servizi. Le modifiche riguardano la decadenza degli iscritti che avviene dopo 40 giorni di assenza non giustificata; l’integrazione per favorire le convenzioni con gli altri comuni per permettere la frequenza dei bambini non residenti a Venezia; la valutazione del punteggio dovuta alla frequenza nelle scuole, dei fratelli che possono essere iscritti negli stessi plessi scolastici.

TOMASI Giorgio della Municipalità di Venezia chiede che venga richiesto il parere alle municipalità anche se non obbligatorio dato che rappresentanti della Municipalità sono componenti dei comitati degli asili nido.

PLACELLA si rammarica che le Municipalità abbiano avuto modo di discutere delle proposte prime della commissione consiliare.

AGOSTINI spiega che è stato svolto un lavoro preparatorio per costruire la proposta che ha portato anche a confrontarsi con tutte le municipalità per avere un conforto sulle modifiche ma chiaramente le decisioni che saranno vincolanti saranno quelle che scaturiranno dall’esame in commissione e dal dibattito finale in Consiglio comunale che è l’unica istanza che ha competenza su questi argomenti.
Alle ore 15.55 esce il consigliere Centenaro.

SCARAMUZZA prende atto delle specificazioni fornite dall’assessora e si fa garante che nell’esaminare il provvedimento, i commissari avranno la possibilità di proporre le eventuali modifiche ed alle ore 16.05 dichiara chiusa la riunione.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 18-11-2014 ore 10:05
Ultima modifica 18-11-2014 ore 10:05
Stampa