Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Commissioni consiliari > X Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

X Commissione - Verbale

Seduta del 06-07-2012 ore 09:00
congiunta alla II Commissione, alla IV Commissione e alla VII Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Maurizio Baratello, Gabriele Bazzaro, Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Renato Boraso, Claudio Borghello, Giuseppe Caccia, Cesare Campa, Giampietro Capogrosso, Antonio Cavaliere, Bruno Centanini, Saverio Centenaro, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Ennio Fortuna, Nicola Funari, Marco Gavagnin, Luigi Giordani, Giovanni Giusto, Giacomo Guzzo, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Michele Mognato, Jacopo Molina, Carlo Pagan, Andrea Renesto, Luca Rizzi, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Christian Sottana, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Gianluca Trabucco, Simone Venturini, Alessandro Vianello, Stefano Zecchi, Marco Zuanich, Michele Zuin

 

Consiglieri presenti: Maurizio Baratello, Gabriele Bazzaro, Sebastiano Bonzio, Renato Boraso, Claudio Borghello, Giuseppe Caccia, Giampietro Capogrosso, Antonio Cavaliere, Saverio Centenaro, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Ennio Fortuna, Marco Gavagnin, Luigi Giordani, Giovanni Giusto, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Jacopo Molina, Carlo Pagan, Luca Rizzi, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Alessandro Vianello, Marco Zuanich

 

Altri presenti: Assessore Antonio Paruzzolo, Direttore Maurizio Carlin, Direttore Manuel Cattani, dott. Andrea Razzini , Responsabile di Servizio Fabio Osetta, Presidente Insula Giampaolo Sprocati.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della proposta di deliberazione PD 322 del 28/05/2012: "Comune di Venezia/Insula SpA. Disciplina dei rapporti per le attivitÓ ed i servizi assegnati alla SocietÓ, conseguentemente all'approvazione del Bilancio Finanziario 2012/Elenco Annuale e Piano Triennale delle Opere Pubbliche del Comune di Venezia. Contratto di Servizio"

Verbale

Alle ore 09.15 il presidente Carlo Pagan, constata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta e dà la parola all’assessore Paruzzolo per l’illustrazione del provvedimento e ringrazia i rappresentanti di Insula presenti alla riunione.

PARUZZOLO spiega che relazionerà su questa proposta di deliberazione inoltre sono presenti il presidente e l’amministratore delegato di Insula. Il provvedimento rappresenta il punto di equilibrio della gestione della società per quest’anno mentre il rinnovo della convenzione tra il Comune e la società non sarà più triennale e tutti dovevano essere informati sulle risorse disponibili; in questa nuova convenzione si riafferma la continuità delle manutenzioni urbane e degli immobili, i risparmi sono stati fatti in modo adeguato ed equilibrato, sostanzialmente si sono razionalizzati i rapporti anche per i prossimi anni.

SPROCATI premette che il materiale illustrativo verrà consegnato a tutti i commissari; il punto da sottolineare è che l’attività fondamentale continua ad essere il lavoro per la salvaguardia di Venezia; lavori di salvaguardia che rappresentano non più del 25% dei lavori effettuati. La società quindi si è adeguata con flessibilità per mantenere le competenze maturate in questi anni, diminuendo anche i costi. L’Amministrazione comunale dalla gestione delle opere che saranno eseguite nel sottosuolo potrà ricavare anche degli introiti importanti dato che nel 2011 la società ha ricevuto risorse inferiori agli anni precedenti e quindi è stata costretta a lavorare con i fondi derivanti da precedenti finanziamenti; il deficit di bilancio è stato superiore ai 2 milioni di euro e grazie alla costituzione del nuovo consiglio di amministrazione le spese sono diminuite.

RAZZINI afferma che la convenzione andrebbe inquadrata come regolatrice dei rapporti con il Comune poiché la società ha uno scopo strumentale e la gestione dell’occupazione del sottosuolo pubblico è fondamentale per la città. Sono appena stati trasferiti a Insula i compiti di gestire le richieste di condono edilizio e la gestione degli affitti del patrimonio residenziale pubblico, inoltre si è predisposta la internalizzazione di attività ed incarichi che prima erano affidati a terzi; si creeranno sinergie con Veritas e la vendita di palazzo Ziani permetterà di assestare la società sotto il profilo economico dato che con il terzo bilancio consuntivo, la società dovrebbe essere liquidata. La convenzione in sintesi garantirà una remunerazione del 14% sulle prestazioni aziendali non solo su progetti specifici ma anche sulla manutenzione ordinaria di cui ha la competenza. Precisa che ci si dovrà dotare di un regolamento per l’uso del sottosuolo nel centro storico, inoltre la liberalizzazione dei servizi comportà un nuovo regolamento a cominciare dalla stesura del bando per realizzare le strutture della distribuzione del gas. Comunica che il piano bonifiche assegnato a Veritas potrebbe essere riposizionato in Insula.

Alle ore 09.50 entrano i consiglieri Caccia, A. Scarpa, Conte, Lazzaro, Giusto, Cavaliere e Molina escono i consiglieri Vianello, Scaramuzza e Rosteghin.
COSTALONGA dichiara che il provvedimento riguarda la salvaguardia del Comune dal fallimento della società dato che la fusione con Edilvenezia non è stata sufficiente e questa situazione è l’anticipo della sua chiusura. L’ipotesi di vendita di palazzo Ziani per 8 milioni di euro non sembra un buon affare; sul contratto di servizio proposto ci sono delle contraddizioni e la prevista percentuale del 14% non salverà l’azienda dal fallimento; ci sono molte questioni legali in piedi e la situazione può portare a perdere i dipendenti molto professionalizzati.

Alle ore 09.55 escono i consiglieri Molina, Cavaliere, Conte, Giordani, A. Scarpa e Fortuna entra il consigliere Bazzaro.

CENTENARO afferma che la responsabilità di Insula ricade sull’Amministrazione comunale. Il sindaco Cacciari all’epoca propose la fusione che non fu realizzata, ora la situazione è grave a causa delle decisioni della maggioranza. I lavori pubblici non sono mai stati assegnati ad Insula, nemmeno le municipalità per le loro competenze hanno fatto riferimento alla società; questo bilancio di previsione per il 2012 non favorisce la sopravvivenza della società.

BORASO ritiene che debba essere convocato il segretario generale perché sulla copertina del provvedimento non ha letto la firma del vicesindaco. Nel provvedimento legge che non ci sono stanziamenti per lo scavo dei rii mentre ci sono i soldi per la cablatura dell’isola della Certosa e domanda perché sono stanziati dei soldi per Insula dato che non si capisce quale sia la strategia del Comune per il mantenimento della società.

CACCIA dichiara che forse alcuni consiglieri hanno letto altri provvedimenti prima di fare le loro osservazioni, bastava leggere l’intervista rilasciata da mons. Meneguolo per conoscere cosa e quanto è stato fatto, è doveroso pretendere dal Governo centrale quanto già deliberato dagli organismi centrali. Ritiene che sia stato fatto un lavoro serio per salvaguardare Insula; la prospettiva ha alcune variabili da verificare; condivide anche il possibile affidamento a Insula del servizio di riscossione al posto di Equitalia.

Alle ore 10.20 entrano i consiglieri Tagliapietra e Conte esce il consigliere Bonzio.

BARATELLO afferma che questo provvedimento permette ai consiglieri di discutere del bilancio; ricorda che Edilvenezia è nata con la legge speciale e poi è stata fusa con Insula proprio per affermare la specificità della città di Venezia; ritiene che la proposta di deliberazione sia un provvedimento serio e funzionale. Per poter esprimere delle opinioni, prima i consiglieri dovrebbero leggere i provvedimenti di cui discutono.

Alle ore 10.25 escono i consiglieri Caccia Ticozzi e Toso.

R. SCARPA richiama l’attenzione dei consiglieri sul fatto che in riunione non è più presente un rappresentante della giunta.

LOCATELLI domanda se esiste una perizia che determina il valore di 8 milioni di euro per palazzo Ziani, se ci sono indicazioni sulla nuova destinazione d’uso perché dal bando di vendita non si riesce a capire; non si capisce neanche quali destinazioni finanziarie sono affidate ad Insula; chiede se i proventi delle varie tasse sono destinati ad Insula.

COSTALONGA afferma di aspettare ancora l’illustrazione del piano industriale di Insula.

Alle ore 10.35 entra il consigliere Toso.

Alle 10.40 il presidente Pagan sospende momentaneamente la commissione. Alle ore 10.50 il presidente Pagan constata la presenza del numero legale e dichiara aperta la seduta di commissione.

PARUZZOLO spiega che il provvedimento è stato redatto con molta attenzione e professionalità ed il Consiglio comunale deve decidere al più presto perché serve al rilancio della società.

R. SCARPA afferma che Insula deve continuare a svolgere il compito di lavorare per la manutenzione della città con qualsiasi fondo disponibile; il personale come inquadrato e organizzato, non può far funzionare la società; ridurre la durata della convenzione ad un anno lo ritiene un errore perché bisogna garantire la serenità dei lavoratori che sono molto più comunali dei dipendenti dell’ex Coses; ritiene che tutti i lavori pubblici del Comune potrebbero essere svolti da Insula oltre che avere la competenza su tutte le reti del sottosuolo; il fatturato dell’azienda dovrebbe essere vincolato al numero dei suoi dipendenti. Considera che i 50 milioni di euro che si attendono dal Governo non salveranno certamente la città dal degrado.

Alle ore 10.55 escono i consiglieri Tagliapietra, Baratello.

ROSTEGHIN condivide l’opinione che il provvedimento sia ben strutturato, si dichiara d’accordo affinché Insula assuma la gestione della riscossione degli affitti e delle istruttorie dei condoni edilizi.

RAZZINI rileva che il bando per palazzo Ziani è solo una richiesta di manifestazione di interesse e non un bando per la sua alienazione per poi passare al dialogo competitivo; l’ipotesi della cifra è stata proposta perché si lavora per introitarla. I pretendenti troveranno un immobile che può avere sia una destinazione direzionale che alberghiera; l’interesse è quello di massimizzare la vendita.

Alle ore 11.10 il presidente Pagan sospende momentaneamente la commissione così da permettere l’insediamento dell’ VIII commissione consiliare, alle 11.15 il presidente Pagan fa riprendere la riunione dopo aver constatata la presenza del numero legale.

PARUZZOLO dichiara che la legge vieta la destinazione dei proventi dell’imposta di soggiorno a lavori di manutenzione.

CACCIA fa presente che i proventi di cui si discute riguardano il titolo primo del bilancio ed invita i commissari a presentare eventuali emendamenti nella seduta del Consiglio comunale che discuterà del provvedimento.

BORASO ribadisce che manca in questa proposta di deliberazione il visto della direzione bilancio e quella del vicesindaco. Chiede risposte politiche serie sugli escavi dei rii veneziani. Il presidente Pagan propone di licenziare le proposta di deliberazione in discussione per il Consiglio Comunale, la Commissione approva ed alle ore 11.20 dichiara chiusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 08-11-2012 ore 10:17
Ultima modifica 08-11-2012 ore 10:17
Stampa