Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Commissioni consiliari > X Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

X Commissione - Verbale

Seduta del 07-12-2011 ore 15:30
congiunta alla IV Commissione e alla V Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Maurizio Baratello, Gabriele Bazzaro, Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Renato Boraso, Giuseppe Caccia, Cesare Campa, Giampietro Capogrosso, Antonio Cavaliere, Bruno Centanini, Saverio Centenaro, Pasquale Ignazio ''Franco'' Conte, Sebastiano Costalonga, Nicola Funari, Marco Gavagnin, Luigi Giordani, Giovanni Giusto, Giacomo Guzzo, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Michele Mognato, Jacopo Molina, Carlo Pagan, Andrea Renesto, Luca Rizzi, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Gianluca Trabucco, Simone Venturini, Alessandro Vianello, Stefano Zecchi, Marco Zuanich, Michele Zuin

 

Consiglieri presenti: Pierantonio Belcaro, Giuseppe Caccia, Cesare Campa, Giampietro Capogrosso, Saverio Centenaro, Sebastiano Costalonga, Nicola Funari, Marco Gavagnin, Luigi Giordani, Giacomo Guzzo, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Michele Mognato, Jacopo Molina, Carlo Pagan, Andrea Renesto, Luca Rizzi, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Davide Tagliapietra, Gianluca Trabucco, Alessandro Vianello, Marco Zuanich

 

Altri presenti: Assessore Gianfranco Bettin, Assessore Ugo Bergamo, Direttore Andrea Costantini, Funzionario Gustavo De Filippo, Dirigente Silvia Grandese.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della proposta di deliberazione pd n. 807 del 24/11/2011 con oggetto "AutoritÓ Portuale di Venezia "Terminal Autostrada del mare Piattaforma Logistica Fusina, Infrastrutture portuali per il Terminal cabotaggio in area ex ALUMIX". Procedura di V.I.A. ai sensi del D.lgs. 152/06 e ss.mm.ii.. Osservazioni del Comune di Venezia ai sensi dell'art.24 del D.Lgs. 152/2006 e art. 17 della L.R 10/99"

Verbale

Alle ore 15.40 il Presidente C. Pagan constata la presenza del numero legale dichiara aperta la seduta dando la parola all’Assessore.

BETTIN illustra brevemente la proposta di deliberazione all’o.d.g. della Commissione, sottolineando la necessità di creare un’adeguata relazione tra Laguna ed il Vallone Moranzani. Pertanto al fine di dare una esaustiva informativa in merito ai Consiglieri presenti, da la parola al Funzionario per la presentazione delle slide.

DE FILIPPO relaziona ai presenti sull’iter della procedura di VIA, tra cui la pubblicazione nei quotidiani locali avvenuta a metà ottobre, e ne richiama alle scadenze tecniche previste.
Dopo aver fatto presente l’ubicazione territoriale del progetto si sofferma sul dettaglio delle piattaforme logistiche previste.
Per quanto concerne a seguire gli edifici che saranno realizzati, ne specifica la diversificazione funzionale degli stessi.
Evidenzia le osservazioni sul quadro programmatica dove emerge che dalla verifica interna svolta dalla competente Direzione Sviluppo del Territorio, il progetto Piattaforma Logistica interessa anche parte della ZTO (Zona a servizio per attività produttive).
Dalle osservazioni sulla mobilità si evidenzia come alcuni aspetti necessitano di maggiore chiarimento ed approfondimento, per cui sarà opportuno sia meglio analizzare alcune tavole che non appaiono corrette sia chiedere informazioni su alcuni flussi.
Per quanto riguarda il quadro ambientale sarà necessario integrare lo studio sugli impatti acustici delle attività che si svolgeranno a terra, derivanti dal carico/scarico delle navi, etc…
COSTALONGA chiede se vi siano abitazioni nel raggio d’interesse dell’impatto acustico.

BETTIN chiarisce che c’è solo la presenza di un camping considerando eventualmente che le abitazioni sono “sgranate” sul territorio.
Il progetto si pone a cerniera tra il Vallone Moranzani e la Laguna, viene così richiesto con la valutazione d’incidenza la possibilità di realizzazione di un corridoi ed accompagnamento per lo sfogo delle acque del Brenta.

CACCIA pone due domande alla Commissione dove la prima riguarda il problema del traffico su gomme. Chiede pertanto se sia previsto un collegamento ferroviario capiente per le operazioni di traffico su rotaia dei tir.
Un secondo aspetto si finalizza, tramite la comparazione di soluzioni progettuali, al traffico crocieristico ed alla sicurezza, per la quale il Consigliere chiede se sia previsto un’escavazione ulteriore antistante.

ROSTEGHIN riferisce circa la possibilità di un maggiore inquinamento e nello specifico chiede dove ci sia maggiore ricaduta in tal senso, non senza richiederne le soluzioni per mitigarne l’impatto.

SCARPA RENZO chiarisce che nella presentazione della Commissione precedente, l’Autorità Portuale ha fatto riferimento al numero di passaggi circa 1800 annui, che se considerato l’andata ed il ritorno si duplicano rappresentandone così una media giornaliera di 10 passaggi.
Considerato pertanto le dimensioni del canale interessato dal traffico è certo che ci sarà un grande impatto. Oltre a trascinamento ed erosione attorno al canale ricorda che, riferiva l’Autorità Portuale, si farà una serie di barene per separare la Laguna all’altezza del “Canale dei Petroli” stesso.
Pertanto esprime il proprio dissenso alla separazione della Laguna, causa di sicuro stravolgimento del delicato ecosistema.

GAVAGNIN domanda come saranno alimentate le nuove navi e se è stato calcolato esserci sufficiente aumento di energia richiesta.

FUNARI informa della propria preoccupazione per gli scavi subacquei previsti e per il possibile danno che possono creare alla Laguna.

COSTALOGA chiede se relativamente alla distanza dalle case l’Arpav abbia fatto una verifica e se sono realmente coinvolte dall’inquinamento acustico.

DE FILIPPO risponde alla domanda del Consigliere riferendo che è stata fatta una valutazione acustica su tutto il canale oltre che sulla viabilità. Quindi tutte le abitazioni sono state prese in considerazione. Manca solo quello generato dal Terminal a pieno regime per il carico/scarico delle imbarcazioni.
Relativamente agli scavi ci sono due tipologie, terreni con trattamento e in parte i sedimenti di buona qualità e su quest’ultimi ne avverrà il reimpiego. Per quanto concerne ancora le fasi di scavo, e più precisamente le precauzioni, non sono qui previste ma sarà compito di Arpav poi verificare se ci sarà rischio di aumento della torbidità dell’acqua.
E’ precoce oggi dare indicazioni in tal senso ma ci sarà in una fase successiva.
La competenza comunque è quasi sempre in questi casi, di Arpav e Magistrato alle Acque.
La capacità di intervenire in questa fase è limitata.
Su l’aspetto alimentazione delle navi, rispetto alla presentazione, non essendoci uno standard, appena sarà definito si vedrà assieme sull’aspetto relativo alle eventuali emissioni.

COSTANTINI, In risposta al Consigliere Scarpa, esiste un progetto sul quale non si è entrati nel merito. Ma per quanto concerne l’erosione ci si è raccomandati alla Regione affinché utilizzi i sedimenti “buoni” ovvero quelli definiti in colonna A (ultimo paragrafo della relazione allegata in delibera).

Alle ore 16.20 esce il Consigliere Guzzo

GRANDESE, dirigente del settore Viabilità e Trasporti, riferisce che il traffico è più concentrato a Nord (Area Montefibre), dove arrivano i container.
Questo pertanto è invece traffico RO RO.

BERGAMO precisa che nella zona Montefibre c’è il collegamento ferroviario.

SCARPA ritiene che si stia procedendo nella continuazione di un’opera di trasformazione e demolizione della Laguna. Non crede che l’insieme di tutte queste cose creino condizioni di vita migliori se non un conseguente estremo peggioramento.
Da questo intervento i cittadini non ricaveranno certamente un beneficio ambientale, bensì un peggioramento delle condizioni di vita! Tra l’altro non avremo certo maggiore occupazione.
Chiede pertanto se valga la pena fare tutto ciò. Anzi ne vede uno sperpero di risorse ambientali a danno dei benefici economici.

BETTIN chiarisce che su questa operazione siamo su un intervento in un’area vasta dove per la prima volta si collega l’esigenza produttiva a quella positiva del territorio.
Riferisce sulla sistemazione dell’area Moranzani e trae un punto debole che potrebbe essere sull’incidenza sul “Canale Petroli”.

Alle ore 16.35 escono i Consiglieri Seibezzi e Gavagnin

GIORDANI ritiene che questa è una grande vittoria facendo riferimento al paragone con i precedenti storici.

CACCIA pone la questione circa la quantificazione del numero di traghetti che partono per la Grecia e che verrebbero tolti dal traffico della Giudecca.

Alle ore 16.40 esce il consigliere Zuanich

IL PRESIDENTE specifica che in quanto alla progettualità dell’opera, c’è l’individuazione di un polo turistico che evita il trasporto gomma/nave.

CAPOGROSSO afferma che tolto il flusso dal canale della Giudecca, si ritiene che ne subentreranno altre, ma è una presunzione.

BETTIN specifica che ci sarà un guadagno per il traffico su gomma ed un aumento del passaggio navi.

IL PRESIDENTE esaurito l’ordine del giorno propone alla Commissione di inviare la proposta di deliberazione al Consiglio comunale per la discussione. La Commissione acconsente e alle ore 16.45, dichiara chiusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 23-12-2011 ore 09:09
Ultima modifica 23-12-2011 ore 09:09
Stampa