Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Commissioni consiliari > X Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

X Commissione - Verbale

Seduta del 08-11-2011 ore 16:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Maurizio Baratello, Gabriele Bazzaro, Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Giampietro Capogrosso, Antonio Cavaliere, Bruno Centanini, Saverio Centenaro, Sebastiano Costalonga, Ennio Fortuna, Marco Gavagnin, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Carlo Pagan, Andrea Renesto, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Christian Sottana, Giuseppe Toso, Stefano Zecchi, Marco Zuanich, Michele Zuin

 

Consiglieri presenti: Pierantonio Belcaro, Giampietro Capogrosso, Antonio Cavaliere, Saverio Centenaro, Sebastiano Costalonga, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Carlo Pagan, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Christian Sottana, Giuseppe Toso, Marco Zuanich, Cesare Campa (sostituisce Sebastiano Bonzio), Luigi Giordani (sostituisce Bruno Centanini), Giovanni Giusto (sostituisce Gabriele Bazzaro), Giacomo Guzzo (sostituisce Andrea Renesto), Luca Rizzi (sostituisce Michele Zuin), Davide Tagliapietra (sostituisce Maurizio Baratello), Simone Venturini (sostituisce Stefano Zecchi), Alessandro Vianello (sostituisce Marta Locatelli)

 

Altri presenti: Assessore Gianfranco Bettin, Responsabile di Servizio Gustavo De Filippo, Direttore Tecnico dell'AutoritÓ Portuale di Venezia ing. Nicola Torricella, arch. Fornari, arch. Tomasan, dott.ssa Regazzi, ing. Amoroso.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Illustrazione del progetto Terminal ro-ro a Fusina.

Verbale

Alle ore 16,45 il Presidente Carlo Pagan constata la presenza del numero legale dichiara aperta la seduta dando la parola all’Assessore Bettin.

BETTIN sottolinea l’importanza del progetto e spiega alla Commissione che la proposta di deliberazione è ancora in fase di istruttoria e non appena sarà disponibile sarà presentata nella prossima Commissione.

Alle ore 16.50 esce il Consigliere Rizzi

IL PRESIDENTE pertanto concede la parola all’ing. Nicola Torricella, Direttore dell’Autorità Portuale di Venezia, per l’illustrazione del progetto.

TORRICELLA pone rilievo sul fatto che il progetto non è nuovo e risale al 2003, per il quale era stato stipulato il relativo accordo di programma.
Sottolinea la valenza ambientale del progetto che sottostà al conseguente intervento di bonifica.
Per quanto concerne le modalità di finanziamento dell’opera, precisa che è attuabile grazie al project financial con privati che permetteranno la realizzazione di un intervento di circa 200 milioni di euro.
Sulla parte che concerne la bonifica l’importo si aggira sui 20 milioni di euro, e ne prevede opere di marginamento.
Infine, prima di proporre la parola agli altri Attori presenti in Commissione per l’illustrazione tecnica dell’opera, rileva come il progetto sia inserito nell’accordo di programma del “Moranzani”.

L’arch. A. TOMASIN della Nuova Fusina Ingegneria Scarl, illustra con l’ausilio di slide il progetto ed in particolare i trasporti ed i loro costi.
Non manca di evidenziare come la posizione del Terminal sia strategica e ne illustra alla Commissione la collocazione territoriale.
Per quanto concerne l’aspetto ambientale coinvolto nel progetto, ne illustra confini e lo stato di fatto trattando in particolare le risultanze sulle analisi ambientali.
Prosegue inoltre nel sottoporre all’attenzione della Commissione il marginamento delle sponde, illustrandone le planimetrie con la definizione delle relative dimensioni.

Alle ore 16,55 esce il Consigliere Belcaro

L’arch. FORNARI presenta le caratteristiche dell’area portuale soffermandosi sulle funzioni degli edifici e sulle loro caratteristiche che meglio ne definiscono le particolarità della superficie.
Nello specifico si richiama alla scelta della colorazione verde che si adatta al territorio circostante riducendone l’impatto visivo in termini ambientali.

Alle ore 17,00 esce il Consigliere A. Scarpa

Dopo aver dettagliato le diverse specificità degli edifici, richiamando l’attenzione sul flusso derivante dalla futura viabilità che coinvolgerà il traffico su gomma, ferroviario e su mare.
Prosegue dettagliando le caratteristiche di alcune piante degli edifici ed evidenzia le facciate ventilate ed i pannelli fotovoltaici che sono previsti in realizzazione sugli stessi; concludendo la presentazione illustrandone il rendering secondo le diverse angolazioni di visualizzazione.

Alle ore 17,15 escono i Consiglieri Toso e Centenaro

La dott.ssa A. REGAZZI prosegue l’illustrazione tecnica del progetto trattando in particolare lo studio di impatto ambientale non senza sottolineare che nella documentazione di analisi al progetto, sottostà una relazione di incidenza ambientale, una relazione paesaggistica ed infine una procedura di verifica di intervento archeologico per la quale si è già ottenuto parere favorevole.

Alle ore 17.20 escono i Consiglieri Zuanich, A. Vianello e Giordani

Ne evidenzia l’aspetto rilevante della valutazione di impatto ambientale derivante dalle immissioni nell’atmosfera delle varie sostanze derivanti dalla nuova attività. Si evidenzia che l’aumento del traffico in realtà non si ha né sul traffico locale né su quello Regionale.
Inoltre si sottolinea come non ci saranno criticità derivanti dall’impatto acustico nel territorio interessato dal transito del flusso viario ed in particolare su quello acqueo che interesserà anche l’area di sbocco sulla bocca di porto di Malamocco.

Alle ore 17,30 entra il Consigliere Zuanich ed escono Campa e Tagliapietra

Per quanto illustrato si conclude rilevando che non ci sono evidenti impatti sull’aspetto naturalistico.

IL PRESIDENTE con la conclusione dell’illustrazione tecnica del progetto, apre la discussione lasciando la parola alle domande dei Consiglieri.

CAPOGROSSO chiede, circa l’aspetto che concerne l’inquinamento, notizie sul superamento dei limiti e la conferma che comunque il terreno risulta inquinato.
Chiede pertanto se i terreni inquinati siano oggetto di asporto, quanto sarà il volume trattato e se verrà anche asportato il materiale superficiale ricoperto.
Chiede se verranno tratte le acque interne e se si può quantificarne i metri cubi coinvolti nel processo stesso, oltre a chiederne notizie circa la futura collocazione.

Alle ore 17,40 escono i Consiglieri Lavini e Cavaliere

Altresì si sofferma chiedendo lumi circa il possibile intervento di ripristino della rotatoria interessata ed illustrata nella presentazione, non senza richiedere anche il quantitativo di flusso previsto in termini di automezzi giornalieri.
Conclude infine sottolineando che per quanto illustrato il progetto si presenta molto interessante.

SOTTANA invece pone domande che meglio si esplicano nell’aspetto economico dell’opera. Pertanto ne chiede in primis la sostenibilità economica su un intervento che gli risulta essere di 229 milioni di euro.
Come secondo aspetto chiede notizie circa i tempi di realizzazione dell’opera che pare essere di 4 anni e mezzo. Su quest’ultimo aspetto domanda qual sia il termine reale che vedrà la conclusione delle opere.
Prosegue a sostegno di quanto appena detto, evidenziando come vi siano state modifiche sulle dimensioni iniziali delle banchine.

ROSTEGHIN sul tema dell’inquinamento chiede se vi sia stata concretamente una stima sul territorio veneziano. Inoltre chiede circa la sostenibilità della viabilità nelle rotonde ed in particolare per Via Dell’Elettricità.

LASTRUCCI sulla tematica dei trasporti, domanda quale sia il monitoraggio che meglio concerne l’uso del vettore ferroviario, evidenziando che non si libera solo la viabilità del Centro Storico ma anche dell’intera Città.

R. SCARPA sottolinea due aspetti, ed in particolare dove il primo si concretizza nella valutazione di impatto ambientale ed in particolare sul traffico navale.
Come secondo aspetto chiede nello specifico quale sarà il traffico sul “canale dei petroli”.

Alle ore 17,45 escono i Consiglieri Giusto, Venturini e Guzzo

Infine richiamandosi al contrasto paesaggistico tra Venezia e la zona industriale di Marghera, auspica che questa nuova opera non strida con le caratteristiche del territorio.

COSTALONGA chiede se nella tematica sull’impatto acustico esposta dai tecnici illustranti ci siano abitazioni coinvolte nel territorio e se siano soggetti ai limiti previsti per legge.

LAZZARO domanda quando tutto questo sarà pronto e qual’è l’entità del personale lavorativo coinvolto. Infine chiede se sia possibile assumere le persone che risiedono nel territorio, riportandone esempi con il passato in altre realtà aziendali.

CAPOGROSSO sulla tematica del traffico, pone dubbi a riguardo del trasporto navale per la presenza futura del Mose.

Alle ore 17,50 esce il Consigliere Lazzaro

Il Consigliere della Municipalità di Venezia, Vianello, chiede se saranno previsti degli allacciamenti elettrici per ridurre così le immissioni di fumi. Infine, domanda che fine farà la banchina dismessa.

TAMASIN sulle domande presentate dal Consigliere Capogrosso, si sofferma precisando il processo di trattamento degli scavi sui terreni, evidenziando come la parte inquinata verrà destinata a discarica. Infine il residuo contaminato e intriso di salsedine verrà reimpiegato nella ricostruzione morfologica.
Alle ore 18,00 entra il Consigliere Lazzaro ed esce Seibezzi

Continua, sostenendo che i terreni verranno reimpiegati per l’area evidenziata in slide, con materiale dei primi due metri della darsena sud.

TORRICELLA interviene evidenziando che c’è stata l’approvazione del Magistrato e precisa che i primi due metri non verranno toccati bensì ricoperti.
Si è pertanto verificato che non ci saranno effetti dannosi sulla salute.
Per quanto concerne la viabilità al di fuori della rotatoria sono già in corso lavori di ristrutturazione sia sul nodo rotatoria di Malcotenta che su Via Dell’Elettricità, non senza evidenziare che i tempi di realizzazione saranno scorrelati tra i vari interventi in corso.
Chiarisce inoltre che il carico sul traffico stradale prodotto, è stato già oggetto di screening ambientale.
Quindi l’impianto stradale proposto sarà notevolmente superiore rispetto a quello effettivo.
Per quanto concerne l’aspetto economico meglio richiesto dal Consigliere Costalonga, ci si aggira sui 250 milioni di euro.
Nel 2013 ci sarà l’avvio del Terminal mentre il project financial è stato individuato in un’ottica di 40 anni.
Le banchine dimostrano un gap di crescita nelle dimensioni proposte attualmente rispetto ai traghetti previsti. Non si rileverà pertanto una crescita nel flusso del traffico futuro.

Alle ore 18,10 esce il Consigliere Sottana

IL PRESIDENTE alle ore 18,10 constata la mancanza del numero legale (i Consiglieri presenti risultano essere sei) dichiara conclusa la Commissione.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 30-11-2011 ore 09:17
Ultima modifica 30-11-2011 ore 09:17
Stampa