Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Commissioni consiliari > VII Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

VII Commissione - Verbale

Seduta del 05-10-2011 ore 10:00
congiunta alla V Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Maurizio Baratello, Gabriele Bazzaro, Sebastiano Bonzio, Renato Boraso, Claudio Borghello, Giuseppe Caccia, Cesare Campa, Giampietro Capogrosso, Antonio Cavaliere, Saverio Centenaro, Nicola Funari, Marco Gavagnin, Luigi Giordani, Giovanni Giusto, Giacomo Guzzo, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Michele Mognato, Jacopo Molina, Carlo Pagan, Giorgio Reato, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Christian Sottana, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Gianluca Trabucco, Simone Venturini, Alessandro Vianello, Stefano Zecchi, Michele Zuin

 

Consiglieri presenti: Maurizio Baratello, Renato Boraso, Claudio Borghello, Giuseppe Caccia, Cesare Campa, Giampietro Capogrosso, Antonio Cavaliere, Saverio Centenaro, Marco Gavagnin, Luigi Giordani, Giovanni Giusto, Giacomo Guzzo, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Michele Mognato, Jacopo Molina, Carlo Pagan, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Gianluca Trabucco, Simone Venturini, Alessandro Vianello, Luca Rizzi (sostituisce Gabriele Bazzaro)

 

Altri presenti: Assessore Bruno Filippini, Assessore Ezio Micelli, Direttore Oscar Girotto, Dirigente Luca Barison, Dirigente Maria Borin, Funzionaria Lidia Trevisan, Funzionario Marco Baratella.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della proposta di deliberazione:"Monetizzazione di aree standard, ricadenti all'interno del Piano di Lottizzazione C2RS n. 35, in via Oriago - localitÓ Chirignago." PD n. 473 del 14 Luglio 2011,
  2. Esame della proposta di deliberazione:"Permuta area di proprietÓ comunale sita in via Pertini a Mestre con area di proprietÓ della ditta Zanetti Tiziano sita in via Mutinelli a Mestre finalizzata alla realizzazione del "Programma straordinario di edilizia residenziale da concedere ai dipendenti delle Amministrazioni dello Stato quando Ŕ strettamente necessario alla lotta alla criminalitÓ organizzata." PD n. 437 del 30 Giugno 2011.

Verbale

Alle ore 10.10 assume la presidenza il consigliere Cavaliere e, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta e dà la parola al dirigente Barison per l’illustrazione del primo punto all’ordine del giorno.

BARISON ricorda la storia del provvedimento urbanistico quando è stato nominato un commissario ad acta per sopperire al mancato pronunciamento della Commissione di Salvaguardia; questi ha preso atto del provvedimento dell’Amministrazione e la proposta di deliberazione è stata approvata. Nel tempo si è addivenuti ad un accordo per la trasformazione degli oneri urbanistici con una erogazione in denaro. Dettaglia quindi gli importi corrispondenti ai vari standards urbanistici.

LAVINI domanda come i mappali interessati all’intervento come superficie utile alla costruzione possano essere considerati nel futuro se non sono stati utilizzati per la realizzazione degli edifici.

TRABUCCO chiede della scadenza della convenzione e a che punto sono i lavori per stabilire l’invarianza idraulica.

CAPOGROSSO dichiara che quando il Consiglio comunale delibera un provvedimento, tutti i soggetti dovrebbero rispettarlo ed attenersi alle condizioni descritte; chiede una copia della prima convenzione stipulata dal Comune con la ditta costruttrice e domanda se il collaudo tecnico avverrà solo dopo la definizione della situazione complessiva compresa la valutazione di invarianza idraulica. Ricorda che da tempo ci sono dei cittadini che abitano quegli alloggi senza avere l’agibilità degli edifici. Pone la questione della eventuale modifica delle decisioni che dovrebbe essere sottoposta all’esame del Consiglio comunale oppure si procede comunque ed aggirando così le sue competenze. Domanda cosa succede se l’intervento in questione non viene collaudato prima del 26 Ottobre, data di scadenza della convenzione e perché nel frattempo non è stata presentata una proposta di proroga della convenzione in modo da tutelare i diritti dell’Amministrazione; se il verde va ceduto e monetizzato come pure l’area destinata a parcheggio, domanda che fine farà l’area antistante che era destinata alla realizzazione di una piccola piazza; infine afferma che l’area destinata a parcheggio non può essere considerata tra gli standards urbanistici secondari.

ROSTEGHIN condivide le preoccupazione della consigliera Lavini, afferma che è necessario venga presentata la situazione complessiva della zona dove è interessata l’area dell’intervento e pone la questione di cosa avverrà dell’area di 35.000 metri quadri che il Comune acquisirà.
Alle ore 10.40 esce la consigliera Locatelli ed entrano i consiglieri Mognato e Baratello.

CENTENARO prende atto che una convenzione sta per scadere senza che L’amministrazione comunale sia in grado di ultimare le procedure di sua competenza ed effettuare il collaudo tecnico delle opere realizzate; appare evidente che il Comune ha interesse ad incassare una bella cifra ma dichiara che non è possibile che in dieci anni, questa la durata dell’intervento, non si sia potuto concludere l’iter tecnico/amministrativo. Con la scadenza dei termini della convenzione nulla osta a che la ditta lottizzatrice ritorni in possesso di tutta l’area.

CAMPA condivide l’opinione di esaminare la situazione dell’intera zona dove si è realizzato l’intervento, se è vero che l’Amministrazione ha bisogno di soldi, è anche necessario che gli uffici svolgano tempestivamente i loro lavori.
Alle ore 10.50 entra il consigliere Lazzaro ed esce il consigliere Baratello.

BARISON riepiloga gli obblighi previsti dalla convenzione, dichiara che le opere primarie sono state eseguite e ricorda che questo intervento è stato autorizzato prima che entrassero in vigore le ordinanze commissariali, anche se era già stato approvato un atto di indirizzo della giunta proprio in materia di assetto idraulico del territorio. Le opere da collaudare sono già state verificate, il tempo trascorso è dovuto anche a due cause giudiziarie presentate nel corso dei lavori, precisa che non c’è un impegno formale a realizzare la piccola piazza ma il proprietario dell’immobile avrà tutto l’interesse a realizzarla per valorizzare la sua attività. Riguardo la retrocessione dell’area, afferma che il valore sarà stabilito considerando la destinazione edificatoria.
Alle ore 10.55 escono i consiglieri Venturini, Rizzi e Guzzo, alle ore 11.00 entra il consigliere Caccia ed alle ore 11.05 esce il consigliere Molina.

CAPOGROSSO chiede quando saranno relizzate le opere di invarianza idraulica e chi sarà il responsabile dei lavori.
BARISON risponde che i lavori saranno realizzatida chi ha firmato la convenzione.
BORGHELLO annuncia che in Consiglio comunale verrà presentata una mozione collegata al provvedimento ora all’esame.
Alle ore 11.10 escono i consiglieri Vianello e Tagliapietra.
Il presidente Cavaliere propone di licenziare il provvedimento per la discussione in Consigli comunale e le commissioni approvano la proposta; invita quindi la dirigente Borin ad illustrare il provvedimento al secondo punto all’ordine del giorno.

BORIN illustra il provvedimento spiegando che si tratta di un intervento residenziale per il quale si è reso necessario accogliere una proposta di permuta per completare la realizzazione degli edifici. Il Comune in cambio cede delle piccole aree residue del Peep del quartiere Pertini.
Alle ore 11.20 entra il consigliere Guzzo ed il consigliere Rizzi che riesce subito dopo.

CAPOGROSSO chiede se solo dopo la stipula della sottoscrizione ci si è accorti delle diverse proprietà oppure se si è provveduto a predisporre il provvedimento solo alla conclusione della trattativa. Per i mappali 23- 24 e 250 di proprietà comunale non viene descritta la superficie e quanta parte di essi viene ceduta, rileva il fatto per poter avere conoscenza di come sarà definita la ripartizione delle aree in questione.

CENTENARO domanda lo stato di attuazione del programma da realizzare in quella zona.

BORIN si impegna ad inviare alla segreteria della commissione la perizia di stima.

BARATELLA afferma, a completamento della illustrazione, che oltre a realizzare le abitazioni l’impresa interessata si è impegnata a realizzare l’area di laminazione a salvaguardia idraulica ed il completamento delle opere in prossimità di via Mandricardo.

Il presidente Cavaliere propone di licenziare il provvedimento per la discussione in Consiglio comunale e le commissioni approvano la proposta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 24-10-2011 ore 10:23
Ultima modifica 24-10-2011 ore 10:23
Stampa