Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Commissioni consiliari > V Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

V Commissione - Verbale

Seduta del 15-07-2011 ore 10:00
congiunta alla IV Commissione e alla X Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Maurizio Baratello, Gabriele Bazzaro, Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Giuseppe Caccia, Cesare Campa, Giampietro Capogrosso, Antonio Cavaliere, Bruno Centanini, Saverio Centenaro, Sebastiano Costalonga, Ennio Fortuna, Nicola Funari, Marco Gavagnin, Luigi Giordani, Giovanni Giusto, Giacomo Guzzo, Valerio Lastrucci, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Michele Mognato, Jacopo Molina, Carlo Pagan, Giorgio Reato, Luca Rizzi, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Camilla Seibezzi, Christian Sottana, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Gianluca Trabucco, Simone Venturini, Alessandro Vianello, Stefano Zecchi, Marco Zuanich, Michele Zuin

 

Consiglieri presenti: Maurizio Baratello, Gabriele Bazzaro, Pierantonio Belcaro, Sebastiano Bonzio, Cesare Campa, Giampietro Capogrosso, Antonio Cavaliere, Saverio Centenaro, Sebastiano Costalonga, Ennio Fortuna, Nicola Funari, Marco Gavagnin, Luigi Giordani, Giovanni Giusto, Valerio Lastrucci, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Jacopo Molina, Luca Rizzi, Emanuele Rosteghin, Gabriele Scaramuzza, Alessandro Scarpa, Davide Tagliapietra, Domenico Ticozzi, Giuseppe Toso, Gianluca Trabucco, Simone Venturini, Alessandro Vianello, Marco Zuanich, Michele Zuin, Claudio Borghello (sostituisce Giorgio Reato)

 

Altri presenti: Sindaco Giorgio Orsoni, Assessore Urbanistica Ezio Micelli, Vicedirettore Generale Luigi Bassetto, Direttore Urbanistica Oscar Girotto, Commissario Delegato dott. Vincenzo Spaziante, Biennale di Venezia Andrea Del Mercato, Consiglieri MunicipalitÓ di Lido Pellestrina, Studi di progettazione, Cittadini

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Interventi per la riqualificazione del Lido di Venezia anche in funzione dello sviluppo della Mostra di Arte Cinamatografica.

Verbale

Alle ore 10.30, il Presidente della V Commissione Consiliare, Giampietro Capogrosso, assume la presidenza delle Commissioni congiunte e constata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta.

CAPOGROSSO comunica ai consiglieri che anche la III Commissione della Municipalità del Lido Pellestrina è convocata congiuntamente; precisa che la riunione è stata richiesta dal dott. Bassetto per conto del Sindaco, in quanto nella richiesta di posticipare lo svolgimento della Conferenza di Servizi del 14 Luglio u.s., si era concordato di procedere con la condivisione delle Commissioni Consiliari gli interventi oggetto di approvazione. Precisa che è stato consegnato mercoledì ai gruppi consiliari il materiale in DVD contente gli 8 progetti all’ordine del giorno della prossima conferenza di servizi del 22 Luglio, ricordando la quantità di materiale presente per una valutazione dei consiglieri comunali. Rilegge l’ordine del giorno della convocazione al fine di evitare possibili fraintendimenti nel corso della riunione.

FUNARI interviene sull’ordine dei lavori affermando che la quantità di materiale presente nel DVD è consistente per permettere ad un consigliere comunale di esprimere delle valutazioni oggettive e chiede che la prossima conferenza di servizi sia spostata a Settembre. Argomenta in merito al ruolo del Consiglio Comunale nelle scelte che vengono approvate in Conferenza di Servizi e alla necessità di tempo per poter esprimere delle osservazioni. In considerazione che uno dei progetti è relativo alla sanità con la nuova realizzazione del distretto sanitario, annuncia che convocherà una III Commissione consiliare sul tema specifico.

CAPOGROSSO ritiene che a differenza di quanto avvenuto con l’intervento sul “Parco delle Rose” a cui la Commissione Consiliare ha contribuito con un percorso partecipativo, per gli altri interventi all’esame della Conferenza di servizi si tratti di una mera comunicazione – illustrazione dei progetti vista l’inderogabilità dell’approvazione.

Alle ore 10.40 entrano i consiglieri Antonio Cavaliere, Alessandro Scarpa ed Emanuele Rosteghin.

COSTALONGA ringraziando per la convocazione della riunione, ritiene che come consigliere comunale, nell’ottica dell’intento di condivisione dei progetti che vengono approvati dal Commissario Spaziante, gli sia concesso maggior tempo per potersi esprimere in maniera appropriata.

CAPOGROSSO ricorda che per 4 progetti all’esame della Conferenza dei Servizi non è possibile derogare alla loro approvazione e pertanto si tratta di mera comunicazione al Consiglio Comunale e non di condivisione/partecipazione.

Alle ore 10.45 entrano i consiglieri Giuseppe Toso e Marco Zuanich.

SEIBEZZI chiede di sapere quali sono i 4 progetti che non possono derogare all’approvazione della prossima Conferenza di Servizi.

CAPOGROSSO comunica che i 4 progetti la cui approvazione è prevista per il 22 Luglio p.v. sono:
• progetto definitivo per gli interventi di riqualificazione e sviluppo del compendio dell’ex Ospedale al Mare;
• progetto definitivo per la realizzazione di Porto turistico nell’area di San Nicolò;
• progetto definitivo per la realizzazione di uno stabilimento balneare nell’area antistante l’ ex Ospedale al Mare;
• progetto preliminare e piano di caratterizzazione per il riassetto territoriale ed adeguamento del sistema sanitario del Lido di Venezia.

BONZIO interviene sull’ordine dei lavori argomentando sulla procedura commissariale che “espropria” dei poteri il Consiglio Comunale, il quale circa 1 mese fa si è espresso con Ordine del Giorno al fine di sollecitare il superamento della procedura commissariale. Ritiene che oltre ad una mera informazione dei progetti ci debba essere un confronto con possibilità di intervento modificativo prima della loro approvazione.

GAVAGNIN interviene sull’ordine dei lavori protestando per il fatto che come consiglieri comunali della città di Venezia sono convocati per una mera illustrazione senza possibilità di decisione su progetti della città. Si domanda che urgenza ci sia nell’approvare nella conferenza di servizi del 22 Luglio i progetti legati alla sanità del Lido.

ORSONI ritiene doveroso inquadrare la questione nei giusti termini precisando che grazie alla collaborazione del Commissario Spaziante sono state modificate le regole coinvolgendo/informando il Consiglio Comunale sulle scelte che vengono operate al Lido di Venezia e che per sua opinione personale e dopo un’attenta valutazione, era più opportuno utilizzare le procedure Commissariali per il rilancio del Lido. Ritiene che si siano approvati importanti progetti per l’Isola che la riqualificheranno nel corso degli anni e che lo stesso Commissario ha recepito le indicazioni / suggerimenti emerse dai consiglieri durante le illustrazioni precedenti dei progetti in corso di approvazione come ad esempio per il Parco delle Rose. Ribadisce che la procedura commissariale esiste e solo grazie alla disponibilità del Commissario Spaziante il Consiglio Comunale viene coinvolto nelle scelte. Afferma che degli 8 progetti all’ordine del giorno della Conferenza di Servizi, 4 riguardano la chiusura dell’operazione dell’Ospedale al Mare, ricordando l’azione dell’Amministrazione Comunale con la vendita dell’area, dopo la sua valorizzazione, e la necessità di incamerare i soldi al fine del permanere dei vincoli del patto di stabilità e per non diminuire l’offerta sanitaria al Lido di Venezia. Ribadisce che i 4 progetti devono essere approvati dalla conferenza di servizi altrimenti non si potrà concludere il contratto di vendita dell’ex Ospedale al Mare. Argomenta in merito agli altri 4 progetti all’esame della conferenza di servizi come:
• il progetto di ristrutturazione dell’attuale Palazzo del Cinema al fine di effettuare un restayling dell’esistente per completare i lavori di ampliamento per l’inaugurazione della Mostra del Cinema; precisa che si tratta di un progetto edilizio e pertanto non di competenza del consiglio Comunale ma che va all’attenzione del Commissario Spaziante per velocizzarne i tempi di approvazione.
• Il Centro Morosini, il cui intervento non ha valenza urbanistica in quanto si tratta di realizzare delle piazzole per il campeggio al fine di fornire un servizio ai giovani durante lo svolgimento della Mostra del Cinema.
• Delle modifiche ai progetti già approvati per l’intervento residenziale a Malamocco e al Parco Urbano dell’Isola della Certosa.
Ritiene che il Consiglio Comunale possa fare tutti i dovuti approfondimenti sugli argomenti all’esame della conferenza di servizi, ricordando la scadenza inderogabile del 22 Luglio per l’approvazione dei progetti necessari alla stipula del rogito per la conclusione dell’operazione di vendita dell’ex Ospedale al Mare.

DEL MERCATO illustra il progetto di ristrutturazione del Palazzo del Cinema spiegando l’urgenza di intervenire sui manufatti esistenti per dar corso e continuità alle attività della Mostra del Cinema. Ricorda che si tratta di un progetto interno della Biennale per dare funzioni diverse agli immobili presenti mantenendo inalterata la possibilità di svolgimento della mostra. Illustra, tramite la videoproiezione di alcune tavole ed elaborati significativi, il progetto dettagliando i vari interventi e spiegando le principali modifiche che saranno apportate.

Alle ore 11.15 escono i consiglieri Alessandro Scarpa e Gabriele Bazzaro e alle ore 11.20 esce il consigliere Davide Tagliapietra.

ZUANICH chiede chiarimenti in merito al fortino Austro-Ungarico ritrovato durante gli scavi.

ORSONI precisa di non confondere le idee in quanto l’intervento illustrato si riferisce all’ammodernamento dell’attuale Palazzo del Cinema e non quello relativo alla nuova edificazione; del fortino citato dal consigliere Zuanich afferma che si era a conoscenza della sua esistenza e negli anni passati si era costruito sopra l’attuale Casinò.

GERVASUTO (M. Lido) domanda se con l’intervento illustrato si darà corso anche alla restituzione della facciata originaria del Palazzo del Cinema.

ORSONI ricorda che l’idea di abbattere l’avancorpo era stata bloccata dalla Sovraintendenza e che si era accantonata l’idea per non ridurre la capienza della sala foyer. Rispetto agli attuali spazi, si sta lavorando per ampliare la capienza eliminando una sala di proiezione.

LOCATELLI interviene in merito al fatto che il “Nuovo Palazzo del Cinema del Lido di Venezia” non è, come argomento, all’ordine del giorno ma rappresenta l’elemento principale e sostanziale che ha “scaturito” l’introduzione dei diversi progetti ed interventi al Lido di Venezia.

Alle ore 11.30 entra il consigliere Valerio Lastrucci.

ORSONI accoglie l’intervento della consigliera Locatelli ritenendo che bisognerà ragionare su come procedere per il nuovo intervento visto le diverse vicissitudine che si sono susseguite. Ricorda che l’intervento illustrato dalla Biennale rappresenta l’ammodernamento dell’attuale Palazzo del Cinema per consentire il proseguimento dello svolgimento della Mostra del Cinema di Venezia.

CECCHETTO (Progettista Nuovo Ospedale al Mare) illustra il progetto di riqualificazione con la realizzazione di un complesso abitativo nell’area dell’ex Ospedale al Mare del Lido di Venezia. Tramite la videoproiezione di elaborati e tavole significative mostra il rendering dell’intervento una volta completato, spiegandone i relativi dettagli.

Alle ore 11.35 escono i consiglieri Marta Locatelli e Maurizio Baratello.

SPAZIANTE in merito all’importante intervento illustrato, ricorda che:
• il progetto è stato oggetto di un approfondita discussione che ha portato esclusivamente ad intervento migliorativi dell’intervento
• l’area è risultata fortemente inquinata è si sta procedendo con la rimozione dell’amianto
• l’intervento si prefigura come un mini-quartiere con penetrabilità e percorribilità per tutti i cittadini, rendendo di fatto accessibile al pubblico un’area in precedenza interdetta.

Alle ore 11.40 escono i consiglieri Ennio Fortuna e Simone Venturini.

COSTALONGA condivide il fatto che con l’intervento si possa recuperare delle aree “sottratte” alla cittadinanza ma ritiene che tale tipologia di intervento poteva essere gestita dall’Amministrazione comunale senza la figura commissariale. Si domanda quale sarà il progetto finale per il nuovo Palazzo del Cinema, auspicando che si svolga un incontro specifico con il Sindaco.

Alle ore 11.50 esce il consigliere Emanuele Rosteghin.

BONZIO prendendo atto dell’illustrazione ricevuta per l’intervento, ritiene che il luogo non era precluso alla cittadinanza in quanto è stato svuotato di funzioni. Sul progetto di riammodernamento della Biennale condivide la necessità di intervenire con correttivi per dare continuità alla manifestazione della mostra del Cinema. Ritiene propedeutico sapere che cosa succedere del progetto iniziale del nuovo Palazzo del Cinema e di tutte gli aspetti legati alle operazioni conseguenti a tale intervento.

LASTRUCCI condivide l’operazione di riconversione e l’operato del Commissario che sta valorizzando l’Isola del Lido. In merito allo specifico intervento esprime le sue preoccupazioni legate all’accessibilità dell’intervento e alla realizzazione di garage, che potrebbero aumentare il numero di mezzi di circolazione nell’Isola generando caos viabilistico.

Alle ore 12.00 escono i consiglieri Claudio Borghello e Bruno Lazzaro.

GAVAGNIN domanda perché il Sindaco aveva previsto di spostare la piscina, inizialmente presso il reparto di ginecologia e successivamente presso l’Istituto Carlo Steeb al Lido. Auspica che il Consiglio Comunale possa “riappropriarsi” della facoltà di decidere sugli interventi in corso di approvazione al Lido di Venezia.

Alle ore 12.05 esce il consigliere Domenico Ticozzi ed entra il consigliere Emanuele Rosteghin.

GUSSO (M. Lido) afferma che gli interventi illustrati oggi rappresentano l’attuazione di quanto previsto dalla variante al PRG per l’Isola del Lido di Venezia, argomentando sul protocollo d’intesa sottoscritto dai diversi livelli istituzionali per dar corso alla realizzazione del nuovo Palazzo del cinema. Ritiene che i vari interventi portino una forte ricaduta economica ed occupazionale per l’Isola, ed auspica che in un futuro prossimo si possa realizzare anche il termalismo come ulteriore prospettiva di sviluppo. Auspica che, anche come Municipalità, possano arrivare chiare informazioni in merito al progetto originario della nuova Mostra del Cinema.

BODI (M. Lido) ricordando il protocollo d’intesa, afferma che il fine della figura Commissariale era favorire la realizzazione del nuovo Palazzo del Cinema e degli interventi di riqualificazione legati sempre al mandato originario. Condivide l’intervento proposto dalla Biennale ricordando come l’anno scorso ha piovuto dentro la stanza adibita alla stampa internazionale e locale; Ritiene che uno dei prossimi obiettivi sia capire cosa sarà del progetto originario del Palazzo del Cinema.

CAMPA in considerazione che mancano ancora alcuni progetti da illustrare, suggerisce che venga convocata un’ulteriore commissione per la prosecuzione dei diversi interventi che andranno all’approvazione della Conferenza di Servizi.

CAPOGROSSO risponde che verrà valutata la richiesta del consigliere Campa, e nella riunione odierna si proseguirà con l’illustrazione dei progetti.

Alle ore 12.15 esce il consigliere Pierantonio Belcaro ed entra il consigliere Claudio Borghello.

SPAZIANTE ritiene che si possa procedere all’illustrazione nella seduta odierna anche dei progetti relativi alla Darsena – Porto Turistico, alla riqualificazione della spiaggia antistante il monoblocco e al progetto del nuovo piano sanitario. Aggiunge che ritiene opportuno precisare che eventuali osservazioni rivestono i rapporti tra la Commissione / Consiglio Comunale e il Sindaco quale rappresentate del Comune di Venezia nella conferenza di servizi. Sul progetto della Darsena precisa che le osservazioni presentate dal Comune di Venezia durante la procedura VIA sono state recepite e fornisce i dati ufficiali dell’intervento, come superficie terrestre ed acquea, al fine di evitare possibili fraintendimenti anche da parte dei comitati cittadini.

Alle ore 12.20 esce il consigliere Luigi Giordani ed entra il consigliere Alessandro Scarpa.

MAGNANI (Progettista Porto Turistico) illustra tramite la proiezione di alcuni elaborati grafici il progetto relativo alla realizzazione del porto turistico nell’area di San Nicolò.

Alle ore 12.35 entra il consigliere Pierantonio Belcaro ed esce il consigliere Luca Rizzi.

CAPOGROSSO domanda se altri aspetti sono stati messi in luce in base all’esito della procedura VIA Regionale.

MAGNANI risponde che sono state accolte le osservazioni in merito alla qualità dell’acqua e al monitoraggio ambientale. Per quanto concerne le correnti e i movimenti acquei non si sono riscontrate criticità con il progetto.

BONZIO ritiene che il progetto del Porto Turistico altera la percezione dei luoghi modificando l’ambiente naturale esistente. Domanda, in merito alle osservazioni del Comune di Venezia, come sono state recepite le osservazioni sull’ambito di accesso all’intervento e sull’attività di pesca.

SPAZIANTE precisa che tutte le osservazioni formulate dal Comune di Venezia sono state recepite dalla procedura VIA Regionale che ha espresso parere favorevole con 36 prescrizioni, che sono state successivamente recepite e fatte proprie dalla conferenza di servizi. A titolo di esempio cita la questione dei “vongolari” che non era una prescrizione ma una raccomandazione, e il sistema dei monitoraggi che non comporta una modifica al progetto ma bensì lo integra.

LASTRUCCI ritiene che l’intero progetto non abbia tenuto conto dell’accessibilità all’intervento dalla terraferma con il conseguente forte impatto automobilistico in arrivo al Lido di Venezia. Interviene sul progetto segnalando le criticità legate alla mancanza di protezione dalla corrente esterna e gli eventuali aspetti logistici collegati allo sviluppo dell’aeroporto Nicelli.

GIUSTO ricorda le criticità emerse durante l’espressione del parere consultivo VIA e l’impossibilità di partecipare attivamente come Consiglio comunale alle scelte di riqualificazione sull’Isola del Lido di Venezia. Ritiene che sarebbe opportuno avere una visione d’insieme dei diversi interventi approvati ed in via di approvazione.

PISTARELLATO (M. Lido) chiede se la strada di accesso all’intervento è di proprietà demaniale o dell’Autorità Aeroportuale.

POLATO (M. Lido) ritiene che un progetto così importante dovrebbe avere un suo iter di approvazione presso tutte le sede istituzionali dell’Amministrazione Comunale con la reale possibilità di intervento e di modificazione delle decisioni da parte della Municipalità e del Consiglio Comunale. Domanda se la fruibilità dell’area dell’ex Ospedale al Mare sarà garantita 24 ore su 24.

Alle ore 13.00 escono i consiglieri Alessandro Scarpa e Pierantonio Belcaro.

GAVAGNIN domanda se la “murata” vicino alla bocca di Porto è funzionale al progetto MOSE o a quello del Porto Turistico, in considerazione del costo di 35 milioni di Euro spesi per la sua realizzazione.

MAGNANI risponde al consigliere Gavagnin che tale realizzazione è stata realizzata per il sistema MOSE.

CAMPA interviene in merito all’opportunità di riconvocarsi come commissione consiliare con i tecnici dell’Amministrazione Comunale prima del 22 Luglio quando si svolgerà la conferenza di servizi per l’approvazione dei progetti illustrati, al fine di formulare eventuali osservazioni.

Alle ore 13.05 esce il consigliere Emanuele Rosteghin ed entrano i consiglieri Luigi Giordani e Simone Venturini.

CAPOGROSSO risponde che verrà valutata tale richiesta compatibilmente con la disponibilità dei tecnici e del Commissario Spaziante.

LIHARD (Comitati Lido) ricorda che tutte le decisioni prese dalla conferenza di servizi vengono pubblicate, assieme ai verbali, nel sito del Commissario Spaziante. Interviene sui 35 milioni di Euro spesi per creare soltanto un buco per la realizzazione del nuovo Palazzo del Cinema, domandandosi quale sarà il progetto definitivo del nuovo palazzo del cinema del Lido. Ricorda, brevemente, le riunioni della conferenza di servizi che hanno trattato l’argomento sociosanitario del Lido.

CHIOZZOTTO argomenta in merito al fatto che i cittadini ricevono le informazioni sugli interventi del loro territorio solo dagli organi di stampa e non dagli enti preposti, ricordando come il Comune di Venezia approverà i progetti all’esame della conferenza di servizi per le necessità di equilibrio del patto di stabilità.

Alle ore 13.20 escono i consiglieri Simone Venturini e Marco Zuanich.

SPAZIANTE precisa che sono stati spesi 17 milioni di Euro e non 35 come citati dai comitati cittadini e non solo per bonificare l’amianto ritrovato durante lo scavo. Argomenta in merito al progetto di riassetto del sistema sanitario, che è stato oggetto di confronto in sede di conferenza di servizi.

Alle ore 13.25 esce il consigliere Marco Gavagnin.

MAGNANI (Progettista Nuovo Distretto Sanitario) illustra tramite la proiezione di alcune tavole ed elaborati significativi l’intervento del piano di riassetto territoriale e adeguamento del sistema sanitario del Lido di Venezia.

Alle ore 13.30 esce il consigliere Saverio Centenaro.

FAVARO E MILAN (Progettista Spiaggia) illustra tramite la videoproiezione di alcune tavole significative l’intervento legato al progetto definitivo per la realizzazione di uno stabilimento balneare nell’area antistante l’ex Ospedale al Mare del Lido di Venezia, con la creazione di circa 300 capanne in legno.

Alle ore 13.40 esce il consigliere Sebastiano Costalonga.

LASTRUCCI interviene in merito alla previsione di insediamento delle capanne che potrebbero causare un “effetto di calore” per quelle retrostanti.

FAVARO E MILAN esplicita tramite la proiezione della tavola rappresentativa la dislocazione delle capanne precisando l’altezza della zona retro dunale e la quota di insediamento delle capanne.

Alle ore 13.45 esce il consigliere Alessandro Vianello.

GUSSO (M. Lido) ritiene che il progetto del nuovo distretto sanitario rispecchi il protocollo d’intesa firmato nel 2006 e permetterà un miglioramento dei servizi dal punto di vista qualitativo e quantitativo, ricordando che l’istituto Carlo Steeb è una struttura pubblica e non privata. Esprime le sue soddisfazioni per l’ottima qualità progettuale dell’intervento relativo alla spiaggia antistante l’ex Ospedale al Mare.

Alle ore 13.50 esce il consigliere Cesare Campa.

BONZIO nel merito del progetto sociosanitario illustrato esprime le sue criticità sul fatto che i servizi socio sanitari saranno offerti in due strutture distinte e non collegate tra di loro. Deposita agli atti della V Commissione Consiliare un progetto per la realizzazione dei servizi socio sanitari, redatto dalla Associazioni ambientaliste del Lido, in un’unica sede al fine di migliorare la fruibilità cittadina.

Alle ore 14.00 escono i consiglieri Luigi Giordani, Valerio Lastrucci e Giovanni Giusto.

DAMIAN (M. Lido) in merito al progetto della spiaggia, domanda se l’accessibilità sarà garantita a tutti i cittadini o a solo quelli titolari di capanne/immobili.

ZANETTI (Cittadino) in riferimento all’intervento del Porto Turistico e al ruolo di gestore in capo al comune di Venezia, domanda come l’ente locale valuterà le osservazioni presentate per la concessione del bene demaniale.

Alle ore 14.05 entra il consigliere Michele Zuin.

SPAZIANTE risponde che in merito all’utilizzazione della spiaggia deve ancora essere deciso, ma ritiene condivisibile un accesso libero allo spazio per tutti i cittadini dalla viabilità pedonale pubblica prevista dall’intervento.

CAPOGROSSO ricorda che lo stesso regolamento comunale per il demanio prevede l’accessibilità alla spiaggia 24 ore su 24 per 7 giorni alla settimana.

Alle ore 14.10, Il Presidente della V Commissione Consiliare, Giampietro Capogrosso, dichiara chiusa la riunione.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 17-10-2011 ore 11:49
Ultima modifica 17-10-2011 ore 11:49
Stampa