Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Gruppi consiliari > Partito Democratico > Consiglieri comunali > Gabriele Scaramuzza > Archivio atti > Mozione nr. d'ordine 2052
Contenuti della pagina

Partito Democratico - Mozione nr. d'ordine 2052

Logo Partito Democratico Gabriele Scaramuzza
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente data protocollo
2052 103 01/10/2013 Gabriele Scaramuzza
 
ed altri
01/10/2013

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
esito01-10-2013Leggi

 

Venezia, 1 ottobre 2013
nr. ordine 2052
n p.g. 103
 

Al Sindaco
Al Presidente del Consiglio comunale
Ai Capigruppo consiliari
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Al Vicesegretario Vicario


 

Oggetto: La Giunta Regionale modifichi le schede ospedaliere per non penalizzare l'offerta socio-sanitaria dell'ULSS 12

 

Il Consiglio Comunale di Venezia

visto
che la V. Commissione Regionale ha espresso il proprio parere sulle schede di dotazione ospedaliera di cui alla Deliberazione 68 CR della Giunta Regionale del Veneto;

considerato
che le previsioni delle schede, come approvate dalla Commissione stessa, risultano del tutto penalizzanti per l'Azienda ULSS 12 e per la comunità del Veneziano in particolare, giacché è confermato il taglio di 106 posti letto all'Ospedale Civile di Venezia, e viene confermato, pur ridotto, il taglio di posti letto presso il Policlinico San Marco, tali previsioni disattendendo le richieste della Conferenza dei Sindaci dell'ULSS 12 presentate nel corso delle audizioni consiliari, richieste che hanno fatto propri i contenuti della mozione n. 52 presentata in Consiglio Comunale il 9 luglio 2013, che si allega alla presente;

considerato
altresì che tale pesante taglio potrebbe essere compensato solo in parte dalle strutture intermedie, la cui attivazione risulta oggi del tutto imprecisata, nei fatti pregiudicando anche il principio della “specificità veneziana” (dal punto di vista della popolazione equivalente, del quadro demografico e epidemiologico, della geografia della città) statuito nel Piano Socio-Sanitario della Regione Veneto approvato dal Consiglio Regionale con Legge 23/2012;

valutato
che, così permanendo la situazione delineata dalle schede e in assenza dell'adeguata dotazione territoriale, una parte importante della domanda di cura si sposterebbe sull'Ospedale dell'Angelo di Mestre, compromettendo così lo stesso ruolo di polo provinciale che le schede assegnano alla struttura mestrina;

espresso
disaccordo e rammarico per una scelta che penalizza ancora una volta la sanità provinciale e veneziana in particolare, creando una situazione di fondamentale diseguaglianza nell'accesso ai livelli essenziali di assistenza;

considerato
che le schede dovranno essere riadottate ora dalla Giunta Regionale, e che il parere della V. Commissione non è vincolante;

tutto ciò premesso e considerato, il Consiglio Comunale di Venezia

esprime
totale disaccordo della Città nei confronti di una scelta che pregiudica l'offerta socio-sanitaria dell'Azienda ULSS 12 e compromette uno dei principi (quello della “specificità veneziana”) riconosciuto dallo stesso Piano regionale Socio-Sanitario;

CHIEDE
alla Giunta regionale del Veneto, in sede di riadozione della Deliberazione 68 CR, impegnando il Sindaco rispetto ai contenuti di questa mozione, di non tenere conto del parere della V. Commissione, confermando gli attuali livelli di dotazione dell'ospedale civile di Venezia, e dando priorità all'immediata attivazione delle strutture intermedie e dell'assistenza territoriale.

 

Gabriele Scaramuzza

ed altri

 
 
Pubblicata il 01-10-2013 ore 10:47
Ultima modifica 01-10-2013 ore 10:47
Stampa