Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2010-2014 > Gruppi consiliari > Movimento Federalisti - Riformisti > Consiglieri comunali > Giacomo Guzzo > Archivio atti > Interpellanza nr. d'ordine 2400
Contenuti della pagina

Movimento Federalisti - Riformisti - Interpellanza nr. d'ordine 2400

Logo Movimento Federalisti - Riformisti Giacomo Guzzo
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
2400 44 21/03/2014 Giacomo Guzzo
 
Assessore
Andrea Ferrazzi
 
e p. c.
Al Presidente della V Commissione
21/03/2014 20/04/2014 in Commissione

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
verbale seduta commissione consiliare12-05-2014Leggi

 

Venezia, 21 marzo 2014
nr. ordine 2400
n p.g. 44
 

All'Assessore Andrea Ferrazzi


e per conoscenza

Al Presidente della V Commissione
Alla Segreteria della Commissione consiliare V Commissione
Al Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: TransabilitÓ di via Lazzarini a Caĺ Emiliani attraverso il Parco Emmer.

Tipo di risposta richiesta: in Commissione

 

Premesso che


• Si apprende dalla stampa locale che, malgrado la recente riqualificazione del Parco Emmer e delle aree immediatamente adiacenti permane una grave situazione di degrado;
• Tale situazione è comprovata, dall’arresto all’interno del Parco stesso, grazie al costante monitoraggio delle Forze dell’Ordine, di spacciatori tunisini colti in flagranza di reato;
• la stessa cittadinanza organizzata in associazioni sta materialmente attuando il Progetto di creare un orto sinergico nell’ex area giochi del parco che sarà curato da volontari con la partecipazione di bambini;
• tale progetto è finalizzato alla rivitalizzazione del Parco al fine di scongiurare losche frequentazioni come quelle attuali;
• a rafforzare tale stato di incuria contribuisce in modo determinante la mancata esecuzione dei lavori di urbanizzazione fermi da anni che impediscono la transabilità da via Lazzarini a Ca’ Emiliani;


Visto che

• In merito alla mancata esecuzione dei succitati lavori di urbanizzazione con convenzione rep. N. 34584 del 10.12.10.1981 il Comune di Venezia ha concesso alla Società cooperativa a.r.l. fra Imprese artigiane di via Fratelli Bandiera il diritto di superficie per 99 anni di complessivi mq. 467.726;
• le opere di urbanizzazione primaria e secondaria dovevano essere a cura e spese del concessionario stesso;
• Con i seguenti successivi atti:
convenzione n. rep. 49175del 16.12.93,
accordo stragiudiziale del 16.02.06 approvato con G.C. n. 137/2006;
convenzione rep. N. 44729 del 12.01.1987,
atto concessioni diritti reali n. rep. 32218 del 14/09/2010,
veniva stabilita la data del collaudo di tutte le opere di urbanizzazione entro il 13/09/2013;
• In data 22/07/2013 il liquidatore della Società Cooperativa dott. Massimo Sorarù inoltrava richiesta di proroga per il collaudo delle succitate opere di urbanizzazione;
• In data 28 agosto 2013 l’Ufficio Gestione Edilizia Convenzionata aveva chiesto alla società di presentare un progetto esecutivo delle opere di urbanizzazione mancanti;

Considerato che

• In data 19 settembre 2013 l’Ufficio Gestione Edilizia Convenzionata ha ricevuto dal liquidatore del Consorzio documentazione carente con dubbia congruità del computo metrico
• Per tale motivo è stato posto un quesito all’Avvocatura Civica al fine di stabilire come procedere, in assenza di proroghe, per giungere alla conclusione dei lavori di urbanizzazione tuttora incompiuti;
• dopo molti mesi l’Avvocatura Civica non ha prodotto alcuna risposta all’Ufficio richiedente;
• che è necessario intervenire per arginare lo stato di degrado ed incuria prodotto da cantieri abbandonati;




si interpella l’Assessore competente per conoscere

• se sia intenzione di questa Amministrazione sollecitare la risposta al quesito posto all’Avvocatura Civica che a tutt’oggi sembra essere silente;
• se sia intenzione di questa Amministrazione procedere contro la Società Cooperativa per la determinazione della conclusione dei lavori;
• se sia intenzione di questa Amministrazione procedere all’apertura del cancello del Parco che insiste su via Lazzarini al fine di aumentare sia la sicurezza che la frequentazione dei cittadini nel parco stesso scongiurando in questo modo la possibilità di presenze sgradite.

 

Giacomo Guzzo

 
 
Pubblicata il 21-03-2014 ore 13:13
Ultima modifica 21-03-2014 ore 13:13
Stampa